Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Ilaria Massera nuova presidente dell'Azione Cattolica diocesana

ACmasseraIlaria Massera, nata, cresciuta e formata nell’esperienza parrocchiale e associativa di Lusurasco, oggi aderente all’AC attraverso l’adesione espressa nella parrocchia di Nostra Signora di Lourdes, è la nuova presidente dell’Azione Cattolica diocesana di Piacenza-Bobbio per il prossimo triennio 2017-2020.
La nomina è giunta dopo che il nuovo Consiglio diocesano ha presentato “la terna” dei nomi delle persone disponibili al Vescovo Gianni Ambrosio che ha di seguito fatto la nomina. 
Lo comunica il sito dell'A.C. diocesana (www.acpiace.net).

La nuova presidenza dell'associazione è così composta:
- Ilaria Massera, presidente,
- Riccardo Sarpedonti, responsabile ACR,
- Stefano Civardi, vice-responsabile ACR,
- Eugenio Ferrari e Marco Salamoni, vice-responsabili del Settore Giovani,
- Daniela Castagnetti e Dario Sdraiati, vice-responsabili del Settore Adulti,
- don Paolo Camminati e don Paolo Capra, assistenti diocesani.

Compongono il nuovo consiglio diocesano:
- per l’ACR: Sarpedonti Riccardo (Lusurasco), Civardi Stefano (Fiorenzuola d’Arda), Trespidi Emanuela (Castelsangiovanni), Cotroneo Raffaella (UP 7, Corpus Domini), Burgazzi Francesca (Vigolzone), Ferri Caterina (Tuna), Caprioli Lorenzo (San Polo);
- per il Settore Giovani: Ferrari Eugenio (Nostra Signora di Lourdes), Salamoni Marco (UP 7, Corpus Domini), , Villantieri Francesca (Vigolzone), Strozzi Clara (Castelasangiovanni), Gazzola Laura (Gossolengo), Civardi Valerio (Fiorenzuola d’Arda), Cantù Andrea (UP 1, Duomo);
- per il Settore Adulti: Castagnetti Daniela (UP7, Corpus Domini), Bronzini Matteo (San Giorgio Piacentino), Vino Marco (Castelsangiovanni), Strozzi Giuseppe (Castelsangiovanni), Corti Enrico (UP7, Corpus Domini), Ziliani Maurizio (Borgonovo Val Tidone), Maggi Franco (Gossolengo), Sdraiati Dario (San Nicolò, cooptato dal Consiglio).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente