Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

La chiesa di Gossolengo rimessa a nuovo

chiesa

La parrocchia di Gossolengo ha inaugurato la chiesa del paese dopo i lavori di pittura della scorsa estate.
“I lavori di pittura della chiesa sono iniziati in giugno, dopo l’approvazione della Sovrintendenza che ha visitato i locali il 17 maggio – spiega don Igino Barani, parroco di san Quintino – e sono terminati ai primi di settembre, giusto in tempo per il primo matrimonio che si è celebrato nella chiesa rimessa a nuovo”.
 Presenti all'inaugurazione il vescovo mos. Gianni Ambrosio,  l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza e  il vice direttore generale Pietro Boselli. La chiesa appare totalmente rinnovata, ridipinta in quattro tinte luminosissime e dotata di moderne luci a led che, in modalità notturna, danno all’ambiente un aspetto suggestivo evidenziando con una luce particolare il crocifisso sopra l’altare. I lavori sono stati finanziati con le offerte dei parrocchiani nel corso di questi ultimi due anni trascorsi e con un contributo della Banca di Piacenza. E' stato così pagato, finora parzialmente, il restauro, che andrebbe completato con il rifacimento della facciata esterna.
Un particolare curioso è il ritrovamento della pittura raffigurante un angelo che accoglie dei  bambini e che faceva parte del vecchio rivestimento della chiesa. Finora era rimasto nascosto alla vista dall’intonaco che ricopriva le pareti e che è stato rimosso per applicare la pittura nuova. “E pensare che, alcuni anni fa, ho fatto mettere la scultura di un angelo fuori da questa chiesa, senza sapere che lo avrei ritrovato, da sempre esistente, sui muri” – afferma sorridendo don Giuseppe Perotti, per tutti don Pippo, curato della parrocchia. Disegni misteriosi della Provvidenza...

Pubblicato il 30 ottobre 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.