Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
Prev Next

Nel ricordo di don Beotti, Berti, don Borea, Daveri e Ziliani

 dnbore e cmapagni


Nella chiesa di San Pietro apostolo a Piacenza in via Carducci, 16  è in programma martedì 23 aprile alle ore 17 una conferenza sui processi di beatificazione di don Giuseppe Beotti e del prof. Giuseppe Berti e sul percorso di studio ed approfondimento della vita e delle attività pastorali di don Giuseppe Borea. Alle ore 18 messa celebrata da don Ezio Molinari a suffragio di don Giuseppe Borea, dell’avv. Francesco Daveri, di don Giuseppe Beotti, del prof. Giuseppe Berti, di Nato Ziliani e di tutti gli amici che si sono battuti per la libertà e la democrazia.
L'iniziativa è a cura dell'Anpc di Piacenza.

FESTA DELLA LIBERAZIONE. Giovedì 25 aprile a Piacenza cerimonia ufficiale. Ore 9.30 nel tratto del Facsal verso via Genova cerimonia in ricordo dei Caduti. Corteo con partenza da piazzale Genova e sosta sullo Stradone Farnese al monumento alla Resistenza Dolmen. Arrivo in piazza Cavalli per la cerimonia ufficiale. Deposizione delle corone. Nella basilica di San Francesco cerimonia religiosa in ricordo dei Caduti. Al termine in piazza Cavalli “Cento Chitarre, Mille voci per la Resistenza”. Alle ore 15.30 “Marcia della Liberazione”, sesta edizione della camminata  tra i cippi della memoria con partenza dal Palazzo del Governatore e rientro previsto alle 17 in piazza Cavalli su un percorso di circa 5 km. Partecipazione libera.
Dalle ore 16, attività culturali, concerti con musiche e canti popolari e tradizionali con servizio di ristoro. “Voci della Resistenza”, filmato a cura di Gianni Cravedi e Maria Vittoria Gazzola presso lo stand ANPI.
Sempre alle ore 16, animazione per bambini: lettura animata ispirata al racconto “La bambola brutta” di Renata Viganò e laboratorio, a cura  dell’Associazione di Promozione Sociale “Il pane d’oro”.
Alle ore 17.15 “Canti popolari, del lavoro e della Resistenza” con Erica Opizzi, Antonio e Teresa Amodeo.
Alle ore 18.15  “Percorsi Ribelli. Resistenza 4.0 in Val Trebbia”: APP con geofencing e beacon in tecnologia bluetooth per la mappatura di luoghi e monumenti della Resistenza in Val Trebbia, a cura del Comune e Centro Lettura di Rivergaro, con la collaborazione di ANPI.
Alle ore 18.45 “Blues soprattutto”, musica e canzoni con il trio di Mauro Sbuttoni. Sarà possibile cenare con servizi di Street food e bevande.
Alle ore 21 “Doppio concerto” tra rock and roll e folk ballads con Black Bones e Wanderers.
Venerdì 26 aprile, alle ore 10 “Omaggio alla  memoria dei caduti partigiani”, partenza in bus dal Monumento alla Resistenza di Stradone Farnese con classi delle scuole cittadine per la visita ai cippi e alle tombe dei caduti partigiani del Cimitero urbano.

Alle ore 18 in Sala concerti, Conservatorio Nicolini, via Santa Franca, 35, “Memoria per il futuro”: tre cori in concerto diretti dal maestro Giorgio Ubaldi.
Domenica  28 aprile, alle ore 21, in Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano, via Sant’Eufemia, 12, “Cinema e Resistenza”: i capolavori dal neorealismo e oltre, di Vittorio Fusco.
Giovedì 2 maggio, alle ore 17, in Sala del Consiglio Provinciale, via Garibaldi, 50, presentazione del libro “La Resistenza di Ester. Memorie partigiane tra il Po e Milano” di Ester Biselli, a cura di Carla Antonini.
Sabato 1° giugno, alle ore 17.30, in Sala Conferenze Comune di Bobbio, presentazione del libro di Santo Peli “La Resistenza difficile”. Alle ore 21, proiezione del film “Il mito della Resistenza nel cinema”.
Domenica 2 giugno, alle ore 9, ritrovo presso il Monumento ai partigiani in piazza a Bobbio per la “Bicistaffetta partigiana Bobbio - Peli”, promossa da Velolento e ISREC Piacenza.
Ricordiamo infine che da mercoledì 5 a domenica 9 giugno è in programma il “Viaggio della Memoria a Praga e a Terezin”, promosso da ANPI Piacenza, con la presenza di studenti piacentini.

Pubblicato il 19 aprile 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente