Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore

Scalabriniane, celebrazioni per il Fondatore

scala

Il 1° giugno si tiene la festa del beato Giovanni Battista Scalabrini, vescovo di Piacenza dal 1876 al 1905 e fondatore delle Suore e dei Padri Missionari Scalabriniani. Le Suore della Casa provinciale di Piacenza, sin dall’inizio della pandemia, si sono raccolte in preghiera implorando al Beato di aiutare quanti sono stati colpiti da Covid-19 soprattutto nella sua diocesi.

Nella casa provinciale proprio il 1° giugno si tiene l’eucarestia, in rispetto alle misure di distanziamento sociale per il contenimento del virus. “Piacenza è profondamente legata a mons. Scalabrini – spiega suor Milva Caro, superiora provinciale –. In momenti come questi, in cui l’intero mondo è colpito e ferito al cuore, invitiamo alla preghiera e al raccoglimento, specie nei riguardi del nostro vescovo e fondatore, che si è sempre rivolto agli ultimi, a chi aveva difficoltà, a chi si trovava davanti alle tante sfide della vita. Mons. Scalabrini, inoltre, ha dato l’anima per proteggere quanti erano stati colpiti dalle pandemie del suo tempo e per questo motivo lo abbiamo implorato con tutta la nostra forza, per aiutare la sua diocesi e le sue missionarie. In questi mesi ci siamo raccolte attorno a lui ogni giorno. Negli ultimi tre giorni che ci avvicinano alla sua festa intensifichiamo la preghiera con un triduo nella nostra casa provinciale. Invitiamo tutti a unirsi alla nostra preghiera, come già fanno in tanti, da tutto il mondo, grazie a internet, per implorare il suo aiuto e ringraziarlo per la sua intercessione”. 

Questi i momenti di preghiera:

29-30-31 maggio: ore 15.30 preghiera del triduo, su Facebook Scalabriniane Europa

1° giugno: ore 9.45 eucarestia nel chiostro interno della Casa provinciale di Piacenza, in rispetto alle misure di contenimento del Covid-19

1° giugno: ore 17 vespri davanti all’urna del beato Scalabrini in Duomo a Piacenza

2 giugno: ore 18 vespri con il Capitolo della Cattedrale

ore 18.30 messa in Cattedrale a Piacenza in memoria del beato Scalabrini

Ascolta l'audio   

Pubblicato il 29 maggio 2020

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente