Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

La tragedia della Boffalora

33targaBoffalora

Ricorre giovedì 6 ottobre il sessantesimo anniversario della tragedia di Boffalora, dove persero la vita dodici tagliariso che dalla montagna erano diretti nelle campagne vercellesi. La tragedia suscitò immenso dolore in tutta la comunità piacentina. L’appuntamento è per giovedì 6 ottobre alle ore 15 a Boffalora (sulla strada a tre chilometri da Bobbio in direzione Marsaglia); successivamente a Cattaragna, nella chiesa parrocchiale sarà celebrata una messa a suffragio.


Spezzato dalla morte il canto dei tagliariso

Fu una tragedia in cui persero la vita 12 persone, otto erano nostri concittadini di Ferriere e ben cinque di Cattaragna. Le dodici salme furono poi allineate nel Santuario della Madonna dell’Aiuto in Bobbio. L’automezzo che trasportava i tagliariso era a tre chilometri circa da Bobbio quando, nell’abbordare una semicurva, si spostò troppo sulla sinistra fino a urtare il parapetto del ponte sul rio Boffalora. L’urto respinse il camion ancora in mezzo alla strada, ma, ormai sbilanciato, cozzò di nuovo con la parte posteriore il parapetto del ponte, lo sfondò per largo tratto e precipitò in un profondo burrone alla cui base scorre il Trebbia. Il tragico automezzo volò per oltre cinquanta metri rimbalzando sui dirupi rocciosi del burrone.


Leggi il servizio alle pagine 22 e 23 dell’edizione di venerdì 30 settembre 2016

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente