Menu

In cammino verso la cresima

In cammino verso la cresima

15cresima

 

Viaggio nelle parrocchie della diocesi. Domenica 17 aprile il vescovo mons. Gianni Ambrosio incontra i cresimandi a Chiaravalle della Colomba

Il sacramento della confermazione è una tappa fondamentale nel cammino di ogni cristiano. Il battezzato riceve di nuovo il dono dello Spirito Santo che, se accolto, rende più solido il legame con la comunità cristiana. O così dovrebbe, visto che il problema maggiore per i sacerdoti e i catechisti impegnati nel seguire i ragazzi è quello di aiutare a capire l’importanza di proseguire nella vita il proprio cammino di fede. Purtroppo, nella maggior parte dei casi, questo sacramento viene vissuto come un punto di arrivo, e non di partenza, di un percorso di fede e i giovani, dopo averlo ricevuto, abbandonano la comunità parrocchiale, se non addirittura anche la partecipazione all’eucaristia. Per far sentire ancora di più questi ragazzi parte della Chiesa, il vescovo mons. Gianni Ambrosio incontrerà tutti coloro che in diocesi hanno ricevuto o riceveranno la cresima in questo anno. L’appuntamento, fissato per domenica 17 aprile a Chiaravalle della Colomba, è in concomitanza con la Giornata mondiale per le vocazioni. Lo slogan che guiderà l’evento è il medesimo della Giornata, “Ricchi di Grazie”. L’appuntamento sarà concentrato nel pomeriggio di domenica, tra le 15 e le 17. La festa prevede l’accoglienza nei chiostri esterni all’abbazia, il pellegrinaggio simbolico con il passaggio attraverso la Porta Santa e la preghiera conclusiva in abbazia.
Abbiamo incontrato le parroccchie di San Lazzaro, San Giovanni in Canale, san Nicolò, Podenzano, s.Antonino. I sacerdoti: chiediamo a ragazzi e genitori una scelta consapevole.

Leggi articolo alla pagina 12 dell’edizione di venerdì 15 aprile 2016

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.