Menu

Il nuovo Brasile nascerà dal perdono

Il nuovo Brasile
nascerà dal perdono

27dallospedale

“Qui accogliamo bene anche i nostri nemici”, affermano gli indios di Pedra Branca in Roraima, nell’Amazzonia brasiliana dove opera mons. Giancarlo Dallospedale, missionario piacentino vicario generale della diocesi di Boa Vista.
La frase assume ancor più significato se si pensa che quella terra da anni è luogo di conflitto tra indigeni e fazendeiros, i proprietari terrieri giunti da varie parti del Brasile che si sono impossessati delle loro terre.

“Il desiderio degli indigeni - precisa mons. Dallospedale - di risanare le ferite con chi li ha sfruttati, proviene dalla loro esperienza di fede, dall’amore alla Parola di Dio che li ha illuminati e ha dato loro la forza di essere finalmente protagonisti della loro storia”.

Mons. Dallospedale, in Brasile dal 1997, ci parla dell’evangelizzazione dello Stato di Roraima, dove su un territorio grande come l’Italia operano 30 sacerdoti per 500mila abitanti.


Leggi il servizio a pag. 7 dell’edizione di venerdì 15 luglio 2016

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.