Menu

Immigrati e lavoro

In Emilia Romagna rappresentano il 12% del Pil

17lavImm

Un lavoratore su cinque in regione è straniero. Dei 531mila immigrati presenti in tutta la regione (il 12%, dato di fine 2016) a Piacenza ne risiedono regolarmente 40.281 su un totale di 287.246 abitanti, pari a circa il 14%.
Gli stranieri rappresentano il 12% del Pil regionale e il 20% della forza lavoro.

Uno dei settori in cui più stanno dando il loro contributo è quello edile.
“Lo straniero cerca di formarsi, però poi manca una ricaduta occupazionale: una percentuale bassa di chi partecipa ai corsi trova lavoro in questo campo. Mi riferisco alle ultime ondate migratorie, perché i lavoratori stranieri che si sono formati venti, quindici o dieci anni fa invece si sono inseriti molto bene nel territorio. Gli stranieri sono una ricchezza per tanti settori dell’economia italiana. È fuori di dubbio”, riconosce Filippo Cella dell’impresa Cella Gaetano Srl, presidente dell’Ente Scuola Edile e vicepresidente della Camera di Commercio.
“Un po’ perché è in crisi, un po’ perché è ritenuto un lavoro usurante - avverte - gli italiani scelgono altre strade: questo è un dato certo”. In questo modo però si vanno perdendo tra i trentenni piacentini alcune competenze specifiche: “quello con competenze di gruista o operatore di mezzi è difficile da reperire ma esiste ancora. Stanno però scomparendo da noi gli addetti agli intonaci, il pavimentista, i semplici muratori”.

Pubblicato il 20 aprile 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.