Menu

La Comunità di Torrazzetta saluta Roberta Ferri

RobertaFerri 

 La Comunità dell'Oasi Rosa Mistica di Torrazzetta in una foto d'archivio di alcuni anni fa. Roberta Ferri è la quarta persona da sinistra.

La mattina del 28 luglio 2020 nasceva al cielo sorella Roberta Ferri della Comunità di Rosa Mistica di Torrazzetta in provincia di Pavia. Pubblichiamo il ricordo di altre due sorelle appartenenti alla Comunità fondata da don Niso Dallavalle negli anni ’50, Antonietta e Anna Maria.

Andiamo…”.

“Dove, Roberta?...”.        

è seguita una pausa di silenzio.

Ma sapevamo che cosa volevi dirci: era il permesso di partire da questo mondo, di spezzare il legame d’amore che ci univa, di accompagnarti in questo viaggio che noi - in qualche modo - ti avevamo impedito di fare, per trattenerti con noi e continuare a formare quella Comunità che durava da oltre sessant’anni.

Ce l’avevi detto in tanti modi che desideravi andare lassù da Gesù che “non ti avrebbe mandata indietro”, ma nessuno voleva darti ”la chiave per aprire la porta del mistero”. Non avevi paura della morte, perché ormai il tuo compito su questa terra era terminato ed era giunta l’ora di partire.

Il tuo servizio, la tua missione, l’avevi compiuta con costanza, impegno e serenità. Dotata di intelligenza vivace, di capacità, di generosità di cordiale simpatia, ti era toccato - nella vita comunitaria - il compito più umile: il servizio in cucina, ma tu ne avevi fatto un’arte di bontà e di bellezza, con la gioia di fare accoglienza dietro le quinte.

“Mi è toccata la parte di Marta” - dicevi (e la Provvidenza ti ha dato la sepoltura proprio nella memoria liturgica di santa Marta).

La parte di Marta proprio a te che da sempre avevi aspirato alla clausura, alla vita contemplativa, come Maria di Betania, l’amica di Gesù.

Come poi però tu abbia vissuto nel cuore il tuo rapporto col Signore resta per noi un segreto. Certo, con Gesù, se tanto desideravi raggiungerlo, c’era un rapporto intimo di amorosa dedizione, quindi era per te naturale desiderare di raggiungerlo presto.

La comunione e l’accoglienza condivisa a “Famiglia Studentesca” a Piacenza e nell’Oasi Rosa Mistica di Torrazzetta conclusa con un lungo periodo di infermità, ti hanno arricchita e purificata per renderti più bella agli occhi dell’Amato oltre che più cara a noi che abbiamo vissuto accanto a te i giorni della gioia e del dolore.

Quando Gesù ti ha chiamata, sei partita dolcemente ed ora ti vediamo nella luce e nella pace eterna, mentre dall’alto ci sorridi per sempre.

Buona vita eterna, Roberta, che la tua anima sia libera e gioiosa nel contemplare il tuo Signore, e il tuo corpo, umiliato dalla malattia, rifiorisca di perenne giovinezza!

Le tue sorelle Antonietta e Anna Maria

Pubblicato il 5 agosto 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente