Menu

«Benvenuto nel nome del Signore!»

vescovo mons. ambrosio

“Al caro fratello vescovo Adriano va il mio saluto personale, insieme a quello dei sacerdoti e diaconi, dei membri della vita consacrata, dei fedeli della comunità ecclesiale e di tutti i cittadini di Piacenza e del territorio diocesano. Lo accogliamo con grande gioia e gli diciamo: Benvenuto nel nome del Signore!”.
Non ha voluto che la nomina del successore si riducesse a un passaggio formale. Per questo monsignor Gianni Ambrosio ha voluto inserire l’annuncio ufficiale dell’arrivo di monsignor Adriano Cevolotto come nuovo vescovo della Chiesa di Piacenza-Bobbio in un contesto di preghiera.

In Cattedrale, subito dopo la proclamazione del brano di Vangelo del Buon Pastore e la lettura di alcuni passaggi del discorso di papa Francesco ai nuovi Vescovi del settembre scorso, in veste di amministratore apostolico – questo l’incarico che mons. Ambrosio rivestirà nel periodo di transizione verso l’ingresso della nuova guida della diocesi – ha dato lettura del comunicato, alle 12, in concomitanza con la Sala Stampa vaticana, com’è prassi.
E ha voluto da subito esprimere la vicinanza sua e di tutta la Chiesa diocesana. “Da questo momento, gli garantiamo la nostra quotidiana preghiera” - ha sottolineato mons. Ambrosio - e “gli assicuriamo la nostra disponibilità a lavorare con lui per l’importante missione di Pastore di questa Chiesa”.

I piacentini, popolo laborioso e solidale

Mons. Ambrosio ha voluto ricordare come i mesi terribili della pandemia che Piacenza e la sua provincia hanno attraversato hanno fatto emergere “una grande solidarietà e una straordinaria generosità, che sono le premesse per una rigenerazione della vita delle nostre comunità”.
Una caratteristica che in realtà non è una novità per chi vive e conosce il territorio, di cui mons. Ambrosio richiama la “lunga storia di fede, di vita buona, di carità vissuta nel quotidiano, di laboriosità e di intraprendenza”.

Ne è un’ennesima prova il protocollo che, proprio stamattina, mons. Ambrosio ha firmato con il Comune di Piacenza, la Fondazione di Piacenza e Vigevano, Crédit Agricole e la Caritas diocesana istituendo un fondo sociale per rispondere alle situazioni di difficoltà in cui tante persone e famiglie si sono ritrovate in seguito alla crisi sanitaria. Una firma prevista da tempo che diventa – con soddisfazione, non nasconde mons. Ambrosio – “il mio ultimo atto come vescovo titolare di questa diocesi”.

“Sono certo – ha proseguito – che il vescovo Adriano si inserirà in questo cammino e troverà una Chiesa, una città e un territorio disponibili a operare per il bene di tutti”.


Clicca qui
per leggere il discorso integrale del vescovo mons. Gianni Ambrosio

L'annuncio del nuovo Vescovo trasmesso sul canale YouTube piacenzadiocesitv

Pubblicato il 16 luglio 2020

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente