Menu

«Il Signore benedica il nostro andare»

luisito

La voce si è incrinata per la commozione quando ha citato Castelfranco Veneto, dove è stato parroco - prima della Pieve e poi del Duomo - e coordinatore della "Collaborazione pastorale", l'equivalente delle nostre Comunità pastorali. Ha fatto trasparire l'umorismo che lo caratterizza quando ha parlato dell'esperienza parrocchiale "quasi nuova", per via della brevità rispetto agli incarichi che è stato chiamato a svolgere in diocesi "per tanti, forse per qualcuno troppi, anni" (esperienza parrocchiale - ha però aggiunto sorridendo - che "può venire buona anche da Vescovo"). E non si è fermato al passato, ma ha voluto rivolgere un pensiero ai piacentini presenti nel Tempio di San Nicolò e a quelli che questa mattina hanno seguito a distanza la celebrazione della sua ordinazione episcopale: "Voi siete un ulteriore segno della fedeltà di Dio", ha evidenziato.

ordinazione episcopale Adriano Cevolotto

Monsignor Gianni Ambrosio impone le mani sul capo del nuovo vescovo mons. Adriano Cevolotto.

«Eterna è la Sua misericordia»

È stato mons. Adriano Cevolotto a chiudere la celebrazione con un il intervento, nel quale ha voluto esprimere il proprio grazie a Dio - intervallando il ricordo di ogni "tappa" della sua vita con il versetto del salmo "Eterna è la Sua misericordia" - per la varietà e l'abbondanza di doni che la Provvidenza gli ha riservato (qui il testo integrale). Persone, realtà, esperienze, nei confronti delle quali - ha sottolineato - sente di avere "un debito di amore e di fede". E davvero sono tanti - la famiglia, la parrocchia natale di Roncade, il seminario, Castelfranco, la diocesi, i religiosi e le religiose, i missionari - i volti nei quali questa "misericordia" si è incarnata, al punto da fargli riconoscere che "la grazia di Dio si è sbizzarrita nel plasmarmi".

«Siete un ulteriore segno della fedeltà di Dio»
Mons. Cevolotto ha voluto espressamente ringraziare anche il suo predecessore alla guida della Chiesa di Piacenza-Bobbio. mons. Gianni Ambrosio, e il Vescovo metropolita di Modena-Nonantola mons. Erio Castellucci, che ha voluto come vescovi Co-consacranti. "Ci hanno reso presente la Chiesa per la quale sono stato ordinato. Saluto la rappresentanza di quella diocesi, che tra quindici giorni diventerà a tutti gli effetti la mia diocesi. Voi mi ricordate che i motivi di ringraziamento non riguardano solo il passato: fin d’ora rendo lode e grazie al Signore per quanto ha operato in quella Chiesa. Voi siete un ulteriore segno della Sua fedeltà - ha precisato -. A Maria, Madre della Chiesa e Regina degli Apostoli, e ai santi di queste due diocesi affido il mio e il nostro cammino. Il Signore benedica il nostro andare".

gentepc

Alcuni pellegrini della diocesi di Piacenza-Bobbio in attesa dell'inizio della celebrazione nel Tempio di San Nicolò.

ordinazione episcopale Adriano Cevolotto

Mons. Adriano Cevolotto insieme al vicario generale mons. Luigi Chiesa e al cancelliere vescovile don Mario Poggi
prima della lettura della lettera di papa Francesco con la quale viene nominato  vescovo di Piacenza-Bobbio.

Pubblicato il 26 settembre 2020

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente