Menu

La Bibbia in piasintëin donata al vescovo Cevolotto

bibbia in dialetto consegnata al vescovo

L'intera Bibbia, tradotta in dialetto piacentino, e stampata in edizione di pregio, è stata donata al vescovo mons. Adriano Cevolotto. A consegnarla, nella sede del Palazzo vescovile al capo della diocesi, Luigi Zuccheri, l'autore di Alseno, e Gianfranco Curti, fondatore e amministratore delegato di Gas Sales.
L'opera, stampata da Tip.Le.Co. per iniziativa di Gas Sales è formata da dieci volumi per un totale di  quattro mila fogli manoscritti e stampati. Al momento sono disponibili 30 copie.
Come base dell'inedita traduzione in dialetto della Bibbia, è stata utilizzata "La Bibbia di Gerusalemme" vistata dalla Cei.
Luigi Zuccheri, ex dipendente comunale, ha sempre avuto la passione di tradurre molti testi dall'italiano al dialetto piacentino. Ha impiegato quattro anni a tradurre la Bibbia; e Zuccheri ha dichiarato in un'intervista che non si è mai scoraggiato perchè il suo desiderio era di conoscere meglio la parola di Dio; e per capirla meglio andava tradotta in un linguaggio quotidiano, popolare. Il primo ad essere informato di questo desiderio di tradurre la Bibbia in piacentino fu il parroco don Giuseppe Emiliani.
Il testo è proposto così come l'ha scritto a mano Zuccheri con le sue quattro stilografiche acquistate nei mercatini dell'antiquariato. Sono stilografiche, alcune con ricarica a cartuccia altre a pompetta da riempire con l'inchiostro.

consegna bibbia in dialetto al vescovo

Nelle foto di Mauro Del Papa alcuni momenti della consegna della Bibbia in dialetto al Vescovo.

Pubblicato il 17 dicembre 2020

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente