Menu

Don Giovanni Capra: «ho fatto il mio dovere giorno per giorno»

capra

Don Giovanni Capra è andato in pensione. Alla soglia dei 90 anni (li compirà il 31 ottobre del 2019) e dopo quasi 30 anni alla guida della parrocchia di Baselica Duce il sacerdote ora vive alla Casa del Clero a Piacenza. Ha amministrato anche le parrocchie di San Protaso e Rio Mezzano, tutte nel comune di Fiorenzuola. Ha lasciato anche l’incarico di addetto all’ufficio di Cancelleria della curia vescovile.
Nato il 31 ottobre del 1929 a Pradello di Bettola e già da bambino serviva Messa. “Il parroco don Romeo Barbieri era bravo e io lo seguivo, racconta il sacerdote. Piano piano maturai in modo semplice e naturale la vocazione al sacerdozio. Sono stato ordinato il 7 giugno del ’52. Il 1° anno di servizio da sacerdote lo feci a Metti di Bore, poi mi mandarono a Morfasso, dove restai fino al 1960”.
Seguì poi l’esperienza a Olmo di Bettola, per 17 anni. Il vescovo Manfredini, prosegue don Giovanni, chiese a me e al mio compagno di ordinazione don Bruno Saccomani di essere coparroci a San Nicolò. Ci siamo stati 9 anni. Poi sono stato un anno a San Giuseppe Operaio, fino ad arrivare 29 anni fa a Baselica, a cui si sono poi aggiunge San Protaso e Rio Mezzano”.
“Ho fatto il mio dovere giorno per giorno, conclude. La preghiera è il fulcro della vita di un sacerdote”.

Pubblicato il 9 gennaio 2019

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente