Menu

Successo alle "serate intorno al verde con gli esperti” a Castel San Giovanni

castello

Dove cominciare quando si pota una pianta? Come affrontare questo improvviso rialzo delle temperature? Sono alcune delle domande alle quali hanno risposto gli esperti nella prima delle “due serate intorno al verde con gli esperti” che si è tenuta nei giorni scorsi al Centro Culturale di Castel San Giovanni. Un doppio appuntamento organizzato dalla Pro Loco e promosso dalla ditta Orlandi Giovanni e C. con il patrocinio del comune di Castel San Giovanni e dell’Istituto Marcora. Dopo i saluti del sindaco Lucia Fontana, sono saliti in cattedra il professor Marco Francolini e il dottor Giancarlo Peveri. Ma i veri protagonisti sono stati i tantissimi appassionati intervenuti. Diversamente dal solito, infatti, si è partiti dalle domande del pubblico che ha rivolto ai due relatori dubbi, preoccupazioni e curiosità.
“Nel corso delle passate edizioni abbiamo lasciato la parola fin da subito ai nostri professionisti – ha spiegato Giovanni Orlandi, rivolgendosi alla folta platea – quest’anno abbiamo voluto modificare il format partendo proprio dalle vostre esigenze e richieste”. E i presenti non si sono fatti attendere, affrontando i temi più disparati alla ricerca di suggerimenti per curare al meglio arbusti, fiori, piante da frutto.
La preoccupazione più diffusa è legata all’inaspettato arrivo della primavera e al repentino rialzo delle temperature: “Con i 18-19 gradi di questi giorni le piante hanno iniziato a lavorare, ma teniamo presente che la prossima settimana torneremo sotto lo zero. Un clima che rischia di creare più di una criticità alle nostre piante” ha spiegato Francolini.
Ma le temperature non sono le uniche perplessità. Quali vasi scegliere? E’ meglio un ambiente secco o umido? Come capire quali rami eliminare durante la potatura? Insomma, il numero degli intervenuti e la loro convinta partecipazione hanno dimostrato una volta di più quanto questa iniziativa abbia toccato un nervo scoperto della cittadinanza, rappresentando un appuntamento immancabile per appassionati di tutte le età. 

Pubblicato il 12 marzo 2019

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente