Menu

Travo ha festeggiato il patrono Sant'Antonino

travo

 Tripudio   di   fedeli   in   occasione   della   conclusione   del   programma   dei   festeggiamenti   di Sant'Antonino che ha visto il suo culmine con la messa solenne presieduta dal vicario generale  Mons.  Luigi  Chiesa. 
“Il  martirio  –  ha  affermato  monsignore  durante  l'omelia  -, rappresenta l'atto d'amore supremo di chi sceglie di seguire la via del Vangelo, ma questo non è solo nella forma cruenta, che chiama a versare il proprio sangue... c'è anche un martirio che riguarda la vita quotidiana, un vivere le situazioni della vita nell'ottica di donazione di amore a Dio e ai fratelli”.
Il parroco don Costantino, ha sottolineato la fede che il popolo travese nutre per il santo patrono Antonino, e al termine della celebrazione ha recitato l'atto di affidamento di Travo al cospetto della reliquia del santo, che la parrocchia custodisce. Alla messa hanno partecipato le autorità civili e militari di Travo e di alcuni paesi circostanti.Il Sindaco di Travo, ha sottolineato il legame che intercorre tra la città di Piacenza e Travo, legame consolidato dalla figura del martire Antonino. Proseguendo nel suo discorso, il sindaco ha ringraziato don Luigi per la sua presenza, il parroco per la sua disponibilità e per il prezioso servizio che svolge a Travo e ha ringraziato a nome dell'amministrazione comunale Nicasio, che in sinergia col parroco si adopera per l'organizzazione di diverse attività pastorali che vedono la grande partecipazione sia degli adulti, sia delle nuove generazioni. Al termine della celebrazione è stata impartita la solenne benedizione con la reliquia di Sant'Antonino.

Pubblicato il 10 luglio 2019

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente