Menu

A Ponte dell'Olio nasce il Gruppo di comunicazione

ponteolio1

“Abbiamo pensato di non fare la diretta dell’eucaristia, di cui ci sono già diverse opportunità in TV: da quella del Papa a quella del nostro vescovo”. Così si esprime don Mauro Bianchi, parroco di Pontedell’Olio.
“L’eucaristia la celebro da solo - aggiunge don Bianchi - in comunione con tutta la chiesa”. La comunità è in rete nei vari gruppi che vanno da quelli del catechismo alla Caritas e al Consiglio pastorale. Vengono inviati messaggi, informazioni e brevi video che raggiungono un buon numero di persone. Si è dovuto rimandare le date dei sacramenti - aggiunge don Mauro - che erano previste per il mese di maggio. I cresimandi hanno fatto delle riflessioni che poi sono state attaccate al cero pasquale, i bambini più piccoli hanno realizzato frasi e disegni.
“Sono in contatto telefonico - continua don Mauro - con le persone anziane e ammalate e per l’aspetto caritativo siamo impegnati, come parrocchia, a sostenere le famiglie bisognose con la borsa viveri che ora distribuisco personalmente nelle sale parrocchiali”.
Don Bianchi, che è stato per diversi anni missionario in Brasile, rimane sempre in collegamento con la diocesi di Picos, dove stanno cominciando ad avvertire i primi casi di corona virus e a loro trasmette l’esperienza dell’Italia.
Come docente del Collegio Alberoni, don Mauro continua il suo lavoro inviando via e-mail alcune dispense sulle quali i seminaristi si prepareranno per la sessione degli esami.
“Senza la presenza fisica delle persone - aggiunge don Mauro - è difficile fare esperienza di Chiesa perché viene a mancare proprio la dimensione  di comunità. Ci aiutano questi mezzi digitali che tamponano un poco la situazione”.


Un video per riflettere

ponteolio2

Samuele Risoli è il responsabile del gruppo comunicazione che si è costituito a Pontedell’Olio. Risoli, 31 anni, dipendente del salumificio Bignami del paese, si è messo a disposizione della parrocchia per realizzare dei video e dei messaggi da mettere in rete. “Abbiamo pensato di produrre - aggiunge Samuele -, con l’aiuto di altri giovani, un video riflessione con il commento al vangelo di don Mauro e il sottofondo musicale del coro parrocchiale”.
Il video viene postato sul canale Youtube della parrocchia e diffuso sui Social e gruppi Whatsapp. Samuele afferma che il risultato ottenuto è molto soddisfacente e ha trovato riscontro anche in tanti anziani del paese che lo hanno ringraziato del lavoro realizzato.
Tra i giovani collaboratori che si sono prodigati per i video, Samuele mette in evidenza Valentina Scottini che è molto abile nel montaggio delle immagini.
Risoli è convinto che questa modalità dei video di riflessione potrebbe diventare, anche in futuro, un nuovo modo per proporre il messaggio evangelico e coinvolgere un maggior numero di persone.
“Il momento che stiamo vivendo - commenta Samuele - è veramente disarmante. I miei genitori e il fratello lavorano in ambiti ospedalieri, quindi sono immerso in queste realtà che ci stanno cambiando l’esistenza”. Risoli pensa che ci saranno dei rivolgimenti nella società e bisognerà adottare un nuovo stile di vita. “È un periodo veramente tosto - aggiunge Samuele - ho perso amici e conoscenti, ma la speranza, che viene da questo tempo di Pasqua, mi sorregge”.

Riccardo Tonna


Nelle foto: in alto, l'immagine dell'albero decorato posto davanti alla chiesa di Ponte dell'Olio in occasione della Pasqua; sopra, Samuele Risoli.

Pubblicato il 21 aprile 2020

Ascolta l'audio   

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente