Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

«I volti giovani dell'Italia multietnica» in mostra al Samaritano

catalogo

L’associazione culturale “Ingenua baldanza” in collaborazione con Caritas propone alla città di Piacenza la mostra “Nuove generazioni - I volti giovani dell’Italia multietnica” presentata al Meeting di Rimini lo scorso anno.
L’inaugurazione della mostra avverrà il  18 maggio alle ore 21 presso il centro “Il Samaritano” via Giordani 12 e interverrà Giorgio Paolucci, giornalista di Avvenire e curatore della Mostra. La mostra resterà aperta successivamente dal 20 maggio al 3 giugno, con i seguenti orari dal martedì al venerdì: 9.30 - 12.30 // 17.00 - 19.00 ed il sabato e la domenica: 10.00 - 12.00 // 15.00 - 19.00.
La mostra si propone come un viaggio, con molte sorprese, nell'Italia che cambia. Se facciamo la somma dei minori stranieri nati da genitori immigrati o arrivati qui da piccoli, di quelli che hanno acquisito la cittadinanza italiana e dei figli di coppie miste, superiamo il milione e mezzo di persone. Una cifra imponente, alla quale vanno aggiunti i figli ormai maggiorenni nati da genitori stranieri. Sono le "nuove generazioni" di una nazione sempre più multietnica. La scuola è il luogo dove il mutamento in corso è più evidente: sono 815.000 gli studenti stranieri, il 9% del totale, sei su dieci non sono "immigrati" ma nati in Italia, più di un terzo frequenta la scuola primaria
Ma le "nuove generazioni" non sono riducibili al mondo della scuola: la mostra propone una galleria di personaggi che operano nel mondo del lavoro, delle professioni, dello sport, della musica, dell'arte. Tutti fanno i conti con le tradizioni delle famiglie e delle terre di cui sono originari, e nello stesso tempo si misurano con la cultura, i valori, gli stili di vita di quello che sentono come il "loro" Paese. Sono un punto di incontro tra mondi diversi, spesso molto lontani, che in seguito alla globalizzazione e ai flussi migratori sono diventati vicini e si stanno sempre più contaminando. Sono i costruttori di una "identità arricchita", aperta all'incontro con l'altro e in continuo divenire, perché - come scrive Romano Guardini - "nella monotonia del puro proseguire noi soffocheremmo".  

Pubblicato il 9 maggio 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.