Menu

Suor Leonella e noi

In sella alla Vespa, in oratorio 

 vino

Un sacco di amici. L’oratorio come seconda casa. Gite, incontri, mille attività. Può una sedicenne vivace come Rosetta, che viaggia in Vespa e adora i bambini, voler diventare suora? In famiglia questo desiderio non se lo spiega nessuno. In ogni caso, Rosetta dovrà aspettare la maggiore età per capire cosa fare della vita. Nel frattempo, è in parrocchia che mette alla prova la sua vocazione religiosa, sostenuta dalla migliore amica, Giuseppina.

L’amicizia che aiuta nelle grandi scelte: è questo il filo conduttore della terza puntata della pagina “Suor Leonella e noi”, in vista della beatificazione della Missionaria della Consolata il 26 maggio in Cattedrale. Dall’adolescenza di Leonella ai giorni nostri: Marco Vino, cresciuto in parrocchia a Castel San Giovanni, da aspirante attore ad insegnante di religione alle Medie. È grazie all’esperienza in parrocchia e nell’Ac che è nata passo dopo passo in lui la passione per l’educazione. Che si è concretizzata anche sul piano professionale. 

Pubblicato il 14 marzo 2018.

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.