39sartini

Dal 12 novembre al 15 gennaio 2017 la Galleria Biffi Arte di Piacenza (via Chiapponi) ospita “L’Ultima Cena” realizzata da Ulisse Sartini, artista piacentino di fama internazionale. L’inaugurazione è in programma sabato 12 alle ore 18.

Mossi dall’opera dell’artista, abbiamo voluto immaginare cosa accadde quella sera, mettendoci nei panni del giovane apostolo Giovanni.
Su “il Nuovo Giornale”, proponiamo, a firma di Gaia Corrao, una “intervista impossibile” all’apostolo Giovanni, “il discepolo che Gesù amava”, perché l’Ultima Cena non sia una scena del passato ma un’esperienza che si compie oggi per chi apre il cuore alla fede.
"Quella notte finì per cambiare la mia vita per sempre - si legge nell'intervista -. Quella notte so di essere rinato a vita nuova: lavato dal sangue dell’Agnello, perdonato dal suo cuore misericordioso che ad ogni battito dichiarava il suo amore per me. Fu un momento. Eppure eterno. Mi parve di capire tutto. Compresi che quello che stava per accadere era il suo estremo gesto d’amore per me, per gli altri discepoli e per tutta l’umanità. L’amore fa miracoli. Per questo ebbi la forza di non fuggire sotto la Croce. Per questo rimasi lì fermo, immobile, insieme a sua Madre, a respirare il suo ultimo respiro, ad ascoltare il suo ultimo battito. L’amore che sentii in quell’abbraccio e la comunione nel suo corpo e nel suo sangue, prima Eucaristia della storia, mi diedero la forza di affrontare quello che doveva venire. Ero pronto. Ora veramente. Il suo amore mi aveva vinto. Quando ti senti così tanto amato, sei capace di tutto. L’amore è un motore inarrestabile. Una forza che supera tutto,anche la morte. Non che io lo meritassi più degli altri. Figuriamoci! Tuttavia accadde a me".

Leggi il servizio a pag. 17 dell’edizione di venerdì 11 novembre 2016

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna