Cristiani perseguitati, studiano a Piacenza: il 17 incontro in Curia

39siriani

Toufik ha vent’anni e viene da Qaryatayn, nel governatorato di Homs, Siria centrale.
È tra le 250 persone - molte donne, anziani e bambini - prese in ostaggio dall’Isis nell’agosto 2015. Con loro c’era anche padre Jacques Mourad, monaco di Deir Mar Nusra, la comunità fondata dal gesuita Paolo Dall’Oglio rapito nel 2013 in Siria e mai rintracciato. Toufik e padre Mourad sono riusciti a scappare l’11 ottobre. Poco dopo, Qaryatayn è stata liberata dagli estremisti. Oggi è disabitata. Molti sono stati uccisi dall’Isis o sono fuggiti.

Giovedì 17 novembre Toufik Aldallol sarà protagonista insieme a Nour Makhoul e a padre Mourad di un incontro a Piacenza nella Sala delle Colonne di Palazzo Vescovile alle ore 17.30.
L’iniziativa è stata voluta dal Vescovo per sensibilizzare i piacentini su quanto sta accadendo in Siria e per tenere viva l’attenzione sulle persecuzioni che i cristiani stanno soffrendo.
Toufik e Nour sono infatti da due mesi a Piacenza, entro un progetto più vasto di sostegno allo studio promosso dall’Università Cattolica del Sacro Cuore che coinvolge in tutto cinque studenti cristiani legati alla comunità di Mar Nusra.
Toufik è iscritto a Scienze e tecnologie agrarie e forestali e Nour a Scienze dell’educazione e della formazione nell’Ateneo di San Lazzaro.

Leggi l’articolo a pagina 2 dell’edizione di giovedì 10 novembre 2016.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna