Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

La riforma strutturale della diocesi al centro del Consiglio presbiterale

curia
La ristrutturazione pastorale della diocesi è stato il tema al centro del Consiglio presbiterale diocesano che si è riunito il 16 novembre. Si è trattato del primo incontro del Consiglio rinnovato dopo le elezioni della scorsa estate e la definizione degli organismi interni.

I lavori sono stati presieduti dal vescovo mons. Gianni Ambrosio.

Il Vicario generale mons. Luigi Chiesa ha ribadito i criteri già al centro del percorso pastorale della diocesi in questi anni: l’essenzialità e la corresponsabilità. Occorre - ha sottolineato - mettere a fuoco che cosa è alla base della vita della comunità cristiana: l’ascolto della Parola di Dio, la celebrazione dell’eucaristia, la vita di fraternità e la testimonianza della carità. La corresponsabilità, a sua volta, è la strada per valorizzare tutti, dai sacerdoti ai religiosi ai laici, in un pensare insieme la vita pastorale.

Don Paolo Cignatta, coordinatore degli Uffici e dei Servizi pastorali, ha a sua volta sottolineato che i criteri che verranno stabiliti per la riforma strutturale andranno poi messi a punto con i singoli vicariati. Occorre pensare - ha aggiunto - quale sarà la situazione della diocesi tra dieci anni: si rende necessaria una nuova mentalità strutturando le parrocchie sul territorio della diocesi, dalla pianura alla montagna, soprattutto attorno ai centri della vita civile e sociale. Le nuove parrocchie che potranno nascere saranno “comunità di comunità”. La preoccupazione comune emersa anche nel dibattito è che non siano trascurate le piccole comunità, ma siano valorizzate in una logica di condivisione comune.
Anche in città, sia nel centro storico che nelle periferie, - ha proseguito don Cignatta - occorrerà determinare nuovi confini per le parrocchie.

Questo cammino di riforma - ha commentato il Vescovo - è urgente, ma deve avvenire senza lacerazioni e aiutando persone e comunità a entrare in modo attivo in questa nuova logica più dinamica.
Il confronto sul tema, ricco e articolato, proseguirà nelle prossime sedute del Consiglio.

Al termine della seduta, mons. Chiesa ha ricordato le iniziative in programma a Piacenza per i vent’anni della beatificazione del vescovo Scalabrini e per San Colombano a Bobbio il 23 novembre, inoltre ha richiamato l’importanza della celebrazione della 1ª Giornata Mondiale dei Poveri.
Ha ricordato anche tre appuntamenti importanti per la nostra diocesi: l’ordinazione diaconale del seminarista Simone Tosetti l’8 dicembre, la veglia diocesana d’Avvento presieduta dal Vescovo con i giovani in Nostra Signora di Lourdes a Piacenza il 15 dicembre e la giornata diocesana di sensibilizzazione e di sostegno alle opere promosse dalla Caritas del 17 dicembre.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna