Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

In evidenza

«La Bibbia e le donne» mercoledì 17 a «Cultura all'ombra del Duomo»

Corpo a corpo

“Corpo a corpo. La Bibbia e le donne”: è il titolo del libro edito nel 2015 da Effatà Editrice al centro del prossimo incontro di “Cultura all’ombra del Duomo”, in programma mercoledì 17 febbraio alle ore 17.30 all’auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano (Piacenza, via S. Eufemia, 12).
Donata Horak e Lamberto Breccia, operatori del Servizio Diocesano per il Progetto Culturale, presenteranno il libro e daranno spazio al dibattito.

A cura di Marinella Perroni, il volume raccoglie i contributi che sul tema La Bibbia e le donne sono stati offerti da esperti al Festival Biblico di Vicenza del 2014, in cui era stata data una particolare attenzione al rapporto delle donne con la Scrittura.

Mercedes Navarro Puerto afferma in uno degli articoli del libro che “le donne che leggono la Bibbia sono pericolose” sia che esse siano "lettrici studiose", "perché acquisiscono gli strumenti di cui finora hanno potuto disporre per lo più i maschi e ne fanno un uso diverso", sia che siano "lettrici novizie", che magari ignorano il testo biblico, "perché la Bibbia restituisce loro la capacità di gestire la vita quotidiana e politica.”

Il punto di vista femminile è diverso da quello maschile che per secoli ha imposto un’interpretazione della Scrittura apparentemente universale, in realtà di genere, maschile appunto. Ora ci si apre anche all’interpretazione femminile delle Scritture e alla conoscenza del ruolo delle donne protagoniste nei vari libri della Bibbia, spesso ignorate o poste ai margini.
E il libro offre esempi significativi in questo senso: Gianattilio Bonifacio offre un interessante approccio al Vangelo di Marco illustrando con efficacia le posizioni e il ruolo delle donne in questo Vangelo; Elisabeth Green si cimenta a trattare “Il vangelo di Paolo: una lettura attenta alle implicazioni di genere”.
Tra i numerosi contributi del libro meritano una segnalazione quelli riguardanti le profetesse di Israele e le donne che incontrano Dio (da Sifra e Pua, le levatrici che nel libro dell’Esodo salvano dalle acque i figli maschi degli ebrei, a Lidia e a Priscilla, solo due delle molte donne citate nel libro degli Atti).