Menu

Dal Vangelo secondo Matteo (10,37-42)
Vivere la vita
con Cristo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi apostoli:
«Chi ama padre o madre più di me non è degno di me;
chi ama figlio o figlia più di me non è degno di me;
chi non prende la propria croce e non mi segue, non è degno di me.
Chi avrà tenuto per sé la propria vita, la perderà,
e chi avrà perduto la propria vita per causa mia, la troverà.
Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie Colui che mi ha mandato.
Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta,
e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto.
Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca
a uno di questi piccoli perché è un discepolo,
in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».


La nostra vita e la Parola
PTDC1951Trovare la vita. Trovare la vita, quella vera, è l’anelito che c’è nel cuore di ogni uomo, ma ogni volta che l’uomo cerca di afferrarla gli sfugge: quando vogliamo possederla come un tesoro geloso (cfr. Fil 2,6) la perdiamo. Così rischiamo di passare gli anni cercando di guadagnare il mondo intero, di accaparrare affetti, soldi, soddisfazioni, senza aver compreso che cosa farne, senza aver trovato qualcuno per cui valga davvero la pena di spendere la vita, senza aver incontrato qualcuno che la vita invece di rubarla o rovinarla ce la dona in abbondanza.
“Chi avrà perduto la vita per causa mia, la troverà” dice Gesù a coloro che lo seguono. Sembra assurdo che per trovare la vita sia necessario perderla, perderne il possesso, lasciarla nelle mani di qualcun altro. Abbiamo così paura di consegnare la nostra esistenza, cerchiamo in tutti i modi di tenerla stretta nelle nostre mani, di gestirla secondo i nostri progetti e desideri. Ma a coloro che lo hanno incontrato Gesù si propone come colui che è in grado di far fruttificare quel tesoro che hanno ricevuto: consegnare nelle mani di Cristo il proprio matrimonio, la propria paternità e maternità, significa riceverli centuplicati. Senza di Lui tutto perde il proprio senso, il proprio scopo ultimo, il proprio orizzonte.
Vivere per Lui. “Chi avrà perduto la vita per causa mia, la troverà”: è una promessa e nello stesso tempo una chiamata. Una chiamata a vivere tutta la vita per Lui, come la risposta libera e gioiosa al suo amore totale e definitivo. “Egli è morto per tutti perché non viviamo più per noi stessi ma per Colui che è morto e risorto per noi” dice san Paolo parlando della nuova creazione inaugurata dalla morte e risurrezione di Gesù.
Il discepolo vive dunque la sua esistenza in rapporto a Cristo, non più a partire da se stesso o in funzione del mondo o degli affetti anche più preziosi come il padre o la madre, il figlio o la figlia. Il punto di partenza e lo scopo della sua vita è l’amore di Cristo, il legame con Lui. In Cristo essere padre o madre, figlio o figlia, amico o collega assume una dimensione nuova e vera, trasfigurata, cioè più bella. Nei cristiani risplende la bellezza di Cristo, chi li incontra incontra Dio, chi li accoglie accoglie Dio. Dio vuole davvero incontrare l’uomo se ha scelto uno strumento così semplice, i piccoli, affinché l’uomo di ogni tempo possa imbattersi in Lui.
Don Andrea Campisi

Il mondo biblico
Nella più recente traduzione della Bibbia leggiamo “chi ama padre o madre più di me non è degno di me”. Nella precedente traduzione l’espressione era più dura: “chi non odia il padre o la madre...”. La lingua ebraica non possiede il comparativo di maggioranza o di minoranza (amare una cosa più di un’altra, o meno di un’altra); semplifica e riduce tutto a amare o odiare. Con questa ultima traduzione non viene comunque tolta la carica provocatoria delle parole di Gesù.

I Padri, nostri maestri
Sì, Gesù basta: dove c’è Lui non manca nulla. Per quanto cari siano coloro nei quali brilla un suo riflesso, lui solo è il Tutto nel tempo e nell’eternità. Siamo ben fortunati ad avere un Tutto che nulla ci può togliere e che sarà sempre nostro, purché non lo abbandoniamo noi stessi. (b. Charles de Foucalud)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna