Menu

Oltre duemila bambini iscritti nelle Materne cattoliche

24bimbi

Cosa succederebbe se Stato e Comuni dovessero fare a meno delle Materne paritarie Fism, la federazione di scuole per l’infanzia legate alle parrocchie e alle Congregazioni religiose?
Nella sola città di Piacenza, dovrebbero farsi carico di oltre 800 bambini, che si allargano a 2.206 se includiamo gli asili cattolici della provincia.

Il Consiglio nazionale della scuola cattolica in un documento indica otto proposte per arrivare ad una parità non solo giuridica per gli Istituti che rientrano negli standard richiesti dalla legge 62 del 2000.
Benché la normativa voluta dal ministro Berlinguer introduca un sistema pubblico di istruzione articolato in “scuole statali”, “scuole paritarie private” e scuole “degli enti locali”, la realtà dei fatti dice che parità e libertà di scelta educativa delle famiglie sono ancora un traguardo lontano.
Questo perché l’erogazione dei contributi che sottendono al sistema di istruzione integrato è subordinata alla disponibilità dei fondi.
Ritardi, esiguità e indefinitezza delle somme da ricevere gravano perciò come una spada di Damocle sulle paritarie e sulla loro sopravvivenza.

Leggi l’articolo a pagina 3 dell’edizione di giovedì 22 giugno 2017