Menu

«Servono 5 anni di unità nazionale»

27squeri

Troppo arrivismo e troppo rancore, serve unità per il bene del Paese. È l’analisi che fa della politica italiana l’imprenditore piacentino Dario Squeri, a lungo impegnato a livello amministrativo.

“Questo Paese - afferma - è dilaniato da scontri continui, per cui chiunque governerà troverà una nazione divisa che non sa ridefinirsi a livello europeo”.
E sull’Europa e i migranti: “Dobbiamo chiederci qual è la missione dell’Italia in quest’Europa del futuro. Bisogna ridefinire anche il ruolo dei migranti che sono un grande tema, un argomento ineludibile. La soluzione non arriva con le cannonate. Chi ha fame non lo fermi con le bombe. Ci vogliono l’intelligenza e la proposta”.

L’imprenditore riprende la lezione del professor Berti: “Il politico che non crede nella forza dello spirito è un politico dalla vista corta, prima o poi cadrà”.

Leggi l’intervista a pagina 7 dell’edizione di giovedì 13 luglio 2017

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna