Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

La festa della Vita Consacrata

3suora

Il Vescovo mons. Gianni Ambrosio presiede il 2 febbraio la messa in Cattedrale

“La vita consacrata fa parte della Chiesa, i consacrati sono una componente fondamentale di essa, una sua dimensione essenziale del suo ministero, della sua santità. Essi ci ricordano la personale fedeltà a Dio con entusiasmo e con generosità, essi sono imitatori di Cristo e vivono nella totale e radicale sua sequela”. Sono le parole con cui il vescovo mons. Gianni Ambrosio invita la Chiesa piacentina alla Giornata per la vita consacrata. L’appuntamento, che coincide con la fine dell’Anno della vita consacrata voluto da Papa Francesco, si svolge martedì 2 febbraio, Festa della Presentazione del Signore al tempio, nell’anno del Giubileo e vedrà il passaggio della Porta Santa in Cattedrale a Piacenza. Sono invitati in particolare i religiosi, le religiose, gli appartenenti agli istituti secolari e le vedove dell’Ordo viduarum.

Il Vescovo presiederà il rito della benedizione delle candele e la messa. La celebrazione, con tutti i fedeli, prenderà avvio dal cortile antistante la Curia Vescovile alle ore 18; la processione, attraverso la Porta Santa, condurrà in Cattedrale.

Suor Elena: cercavo Dio e ho trovato i poveri

Suor Elena Bongiovanni mi accoglie con il sorriso, i suoi occhi svegli e il passo deciso rivelano un temperamento fiero, ma anche un’innata dolcezza. 34 anni, originaria di un piccolo paese della campagna bolognese, Elena è una Carmelitana minore della Carità, e dal 31 ottobre scorso opera presso la Casa della Carità di via Vescovado a Piacenza. Dopo due anni di noviziato e sei di voti temporanei, tutti spesi “sul campo” insieme ai poveri e agli ammalati, si appresta a prendere i voti perpetui.

è per suor Elena, e per tutti i fratelli e le sorelle che come lei hanno scelto di donare la vita intera a Dio e ai fratelli, che papa Francesco ha indetto nel 50° anniversario della Costituzione dogmatica “Lumen gentium” l’Anno della vita consacrata, un tempo di riflessione e di crescita che si concluderà martedì 2 febbraio, festa della Presentazione di Gesù al tempio.

Leggi articolo alla pagina 14 dell’edizione di venerdì 29 gennaio 2016

Comments are now closed for this entry

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.