Menu

40mensa

“Penso che questa Giornata possa essere un’occasione per riconoscere e capire meglio, nel concreto, le domande dei poveri, da fratelli tra fratelli, figli nel Figlio, per imparare a condividere il pane quotidiano della carità. Non basta dare qualcosa, bisogna incontrare e lasciarci incontrare dai poveri. Sono proprio i poveri a farci riconoscere in loro il volto di Cristo e a farci conoscere il Vangelo”.
In vista della Giornata mondiale dei poveri del 19 novembre abbiamo intervistato il vicario generale mons. Luigi Chiesa.

L’esperienza di don Giuseppe Sbuttoni alla parrocchia di Bosco dei Santi, dove la porta è sempre aperta per chi ha bisogno, della Caritas di Podenzano e di don Gianni Riscassi, parroco di Campremoldo Sopra, Gazzola, Rivalta e Montecanino, che ci dice che “Bisogna salvare innanzitutto i rapporti umani, poi da lì con pazienza si può costruire qualcosa”.

Leggi l’intervista e il servizio alle pagine 14 e 15 dell’edizione di giovedì 16 novembre 2017