Menu

Brigida Morello



11morello
Brigida Morello.
La speranza
che nasce dalla Croce 


di Gaia Corrao

Gli speciali de "il Nuovo Giornale"

pagine 36
Collana "Testimoni della fede"

CLICCA QUI PER SCARICARE
UN CAPITOLO DEL VOLUME

La più grande aspirazione di Brigida Morello fin da bambina era di consacrarsi a Dio: “Voglio essere santa ed essere monaca per essere più presto santa”. La sua storia la portò invece verso il matrimonio, ma si ritrovò presto vedova.
Dentro di lei affiorò di nuovo l’ideale di vita religiosa, ma non le fu possibile subito realizzarlo. Per Brigida, ligure di nascita e piacentina d’adozione, inizia un cammino alla scuola della Croce, dove impara a conoscere il mistero di Dio.
In seguito diventa religiosa e fondatrice delle Orsoline di Maria Immacolata, che seppe guidare anche dal suo letto di dolore dove rimase per 24 anni.

corraoL'AUTRICEGaia Corrao, giornalista, laureata in Giurisprudenza all’Università di Pisa, Master in Teologia del Matrimonio e della Famiglia al Pontificio Istituto Giovanni Paolo II di Roma, collabora da anni con il settimanale della diocesi di Piacenza-Bobbio, “Il Nuovo Giornale”. Ha curato varie biografie della collana “Testimoni della fede”. È autrice dei libri “Dio ha bisogno di te”, “Dio ti prende per mano” e “Tonini il grande”. Con don Andrea Campisi ha scritto “I giovani della Bibbia”. Vive con il marito e i figli in Brasile in una missione della Comunità Cenacolo, che accoglie bambini di strada.