Menu

Salita al Pordenone con Fido al seguito

fido

E' possibile coniugare l’amore per l’arte con quello per il proprio animale domestico.
La Salita al Pordenone, infatti, non è più tabù per coloro che non possono, o non vogliono, separarsi dal loro amico fedele mentre ammirano i tesori di Santa Maria di Campagna.
La Banca di Piacenza ha predisposto un apposito servizio in collaborazione con l’assessorato Tutela animali del Comune di Piacenza.
I visitatori accompagnati da un cane, o da un gatto, potranno giovarsi del servizio dandone comunicazione in biglietteria.
Sarà loro indicato un apposito recinto allestito a pochi metri dall’ingresso alla Salita, in un’area verde di pertinenza della Basilica.
La struttura, già popolata da alcuni scodinzolanti ospiti, è stata visitata dall’avv. Elena Baio, vicesindaco con delega alla Tutela degli animali, anche nella sua qualità di presidente nazionale dell’Associazione “Amici Veri”, giunta con il suo cane Sofia.
La vicesindaco Baio ha avuto parole di plauso per l’iniziativa della Banca, «non nuova a gesti d’attenzione verso gli animali domestici e i loro possessori». L’Istituto di credito di via Mazzini, infatti, in collaborazione con l’Associazione “Amici veri” ha aperto un apposito conto corrente destinato agli amici degli animali (ai quali il conto può anche essere intitolato), che ha destato l’interesse di diverse banche in ogni parte d’Italia.

Pubblicato il 30 giugno 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.