Menu

Università della Terza Età di Fiorenzuola: gli appuntamenti

libera

La Libera Università della Terza Età di Fiorenzuola rende noto il programma, vario e con temi interessanti, dei corsi  da settembre a ottobre.

11 SETTEMBRE – 25 OTTOBRE

TECNOLOGIE CHE CAMBIANO LA VITA QUOTIDIANA

11 Settembre Dalla lingua manzoniana ai tweet; relatore Pierantonio Frare, Università Cattolica,

18 Settembre Evoluzioni del computer; relatori Fabrizio e Mauro Alizoni, Esperti informatici

25 Settembre Il mondo dell’informazione tra web-news, social networks e carta stampata; Gaetano Rizzuto, Giornalista, già direttore di “Libertà”

2 Ottobre La rivoluzione commerciale dell’e-commerce; relatore Daniele Fornari, Docente di politiche di trade marketing e di canali di vendita, Università Cattolica, Piacenza

9 Ottobre Inedite metodologie di diagnosi e terapia in medicina; Silvio Anelli, Dirigente Medico- ASL Piacenza

16 Ottobre I big data; Gianni Zanrei, Docente di data management, Università Cattolica, Piacenza

23 Ottobre Vivere il cambiamento in età post adulta; relatore Ada Cigala, Docente, Dipartimento Psicologia, Università di Parma

25 Ottobre Film: The Social Network, (USA 2010) Regia di Davis Fincher;  Raffaele Chiarulli

PROGRAMMA SECONDO CORSO 30 OTTOBRE – 11 DICEMBRE

STORIE DI ARTISTE E DONNE STRAORDINARIE. UN PERCORSO AL FEMMINILE TRA OTTO E NOVECENTO

30 Ottobre Camille Claudel. L’affascinante storia d’amore e di follia di una scultrice straordinaria; Maria Cristina Quagliotti, Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza

6 Novembre Tamara di Lempicka. Donna avventurosa e trasgressiva, pittrice simbolo dell’Art Decò; Carla Campanini, Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Parma e Piacenza

13 Novembre Lina Bo Bardi. Un’architetta italiana in Brasile; Francesco Fulvi, Docente, Architetto

20 Novembre Tina Modotti. Attrice e fotografa dall’anima eclettica e rivoluzionaria; Carla Campanini

Pubblicato il 19 luglio 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.