Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

Museo degli Orsanti a Vigoleno. Tornano i Bascherdeis a Vernascaa


 vernasca


Gli Orsanti, protagonisti dell’esposizione, erano artisti di strada, vagabondi precursori degli attuali partecipanti della splendida manifestazione della Val d’Arda.
 Il 27, 28 e 29 luglio, per il tredicesimo anno consecutivo, tornano i Bascherdeis, la manifestazione che riunisce a Vernasca più di 50 compagnie artistiche provenienti da 16 nazioni diverse, per tre giorni all’ìnsegna di musica, danze e divertimento.
Come ogni edizione saranno presenti spettacoli di ogni genere, che richiamano una visione della vita di strada allegra e affascinante, legata anche alla storia dei nostri Appennini, la quale può essere ripercorsa in modo alternativo tramite la visita del Museo degli Orsanti. In esso, originario di Compiano ma oggi spostato a Vigoleno, sono raccolte testimonianze degli Orsanti: uomini d’arte teatrale, ammaestratori di animali, che con le loro esibizioni allietavano in tempi non troppo remoti i paesi delle nostre montagne. Al di là della musica e degli spettacoli circensi e di giocoleria il pezzo forte erano gli spettacoli con gli animali, in particolare l'orso che ammaestrato, era spinto a fare acrobazie o usate per inscenare lotte con il domatore.
Nel museo si respira un'aria onirica: grandi orsi di cartapesta, insoliti oggetti musicali, stampe dell'epoca e altre testimonianze di una cultura artistica nostrana troppo spesso dimenticata. 

Pubblicato il 24 luglio 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.