Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

Il coro Vallongina alla rassegna corale in Veneto

Il Vallongina al termine del concerto con il diretto don Scotti terzo da sinistrae al centro il maestro Pasquale Veleno

"Conto Cento, Canto Pace",anche il Coro Vallongina di don Roberto Scotti ha partecipato all'evento promosso da Asac Veneto, l'organismo che associa le corali della Regione, per ricordare la immane tragedia della Prima guerra mondiale ma sottolineando l'inutilità delle guerre e la forza della fraternità, della solidarietà e della pace. Tremila voci fra pubblico e circa cinquanta corali, provenienti da varie province italiane, hanno cantato al concerto di chiusura del progetto iniziato il 24 maggio di tre anni fa all'Arena di Verona.
Teatro di quella storia di sofferenze e drammi dalle conseguenze annose soprattutto il territorio Bellunese e la cittadina di Agordo in particolare, che domenica 9 settembre ha sfoggiato il nuovissimo Palaluxottica, per la prima volta aperto ad una iniziativa pubblica, mostrando tutta la sua bellezza in legno e ampie vetrate e le sue versatili potenzialità.
Il Vallongina di Alseno ha aderito con passione al progetto partecipando ai vari appuntamenti iniziati a Vicenza, proseguiti a Venezia, infine domenica 9 settembre, nella mattinata ha accompagnato la messa nella chiesa parrocchiale di Taibon Agordino e nel pomeriggio, dalle 17,30 alle 21, si è esibito nella megastruttura voluta dalla Luxottica ad Agordo. Insieme alle formazioni dei cori misti, complessivamente 250 cantori, si è esibito nella "Missa Brevis", del compositore olandese Jacob De Haan.
Di notevole suggestione i brani eseguiti con la partecipazione del pubblico: "L'inno nazionale", "Signum", "Le leggenda del Piave", "Ta pum", "Signore delle cime", "Canone della Pace" e "Va' Pensiero".

Pubblicato il 13 settembre 2018

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.