Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

Premiata a Bologna la scuola di Vernasca

delegazione piacentina

 

Menzione speciale per l’impegno alla scuola dell’infanzia di Vernasca, premiata a Bologna per l’elaborato dedicato all’acqua presentato al termine del progetto di “Educazione alla Campagna Amica” nell’anno scolastico 2017-2018. A ritirare il premio è stata la responsabile di Coldiretti Donne Impresa Piacenza Francesca Bertoli Merelli, che ha ricordato l’importanza del progetto che ogni anno coinvolge circa 3mila studenti piacentini.
E intanto arriva il primo vademecum per portare a scuola il pranzo da casa.
Lo ha illustrato sempre a Bologna Coldiretti Emilia Romagna. L’occasione è stata quindi la presentazione del progetto di Educazione alla Campagna Amica e dell’associazione Coldidattica, l’associazione di aziende agricole e fattorie didattiche anch’essa promossa da Coldiretti.
Dopo la sentenza 5156 del 3 settembre scorso della sezione V del Consiglio di Stato che ha dato il via libera al pasto portato a scuola da casa – commenta Coldiretti Emilia Romagna – si apre la possibilità per le famiglie di dare ai propri figli un panino o comunque un pasto pronto, da consumare a scuola nei momenti dedicati al pranzo o alla merenda. Si tratta – afferma Coldiretti Emilia Romagna – di un’occasione che richiede grande cura per assicurare ai ragazzi alimenti sani e sicuri: che sia il classico panino o un pasto caldo o freddo è importante che si tratti di un pasto equilibrato sul piano nutritivo e sicuro sul fronte salutistico.
Per questo – afferma Coldiretti Emilia Romagna – è importante rispettare la stagionalità degli alimenti, utilizzando prodotti locali, che non abbiano dovuto subire lo stress di lunghi trasporti. A seconda della stagione, calda o fredda, è importante utilizzare borse o sacche frigo per conservare gli alimenti d’estate o contenitori termici per i pasti caldi, in modo da assicurare la giusta conservazione del cibo fino al momento della consumazione.
Un pasto corretto – sottolinea Coldiretti regionale – dovrebbe essere composto da carboidrati (pasta, pane, riso, farro, orzo, patate), abbinati ad una fonte proteica (carne, formaggi, uova, legumi, pesce) con una quota di fibre e vitamine (verdure e frutta di stagione) con grassi “buoni” come l’olio extravergine d’oliva.

Pubblicato il 5 ottobre 2018

 

Ascolta l'audio

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.