Menu

logo new2015 okregalaNG18 test BLU

  • 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Maurizio Dossena presidente degli ex-allievi del San Vincenzo


dossena

Maurizio Dossena è il nuovo presidente della Storica Associazione Ex- Allievi del “Collegio San Vincenzo di Piacenza dei FSC 1843” (associazione dal nome un po’ lungo per ditinguerla dalle imitazioni).
I componenti del nuovo Direttivo sono:
Antonino Bettella, Francesco Cavanna, Paolo Corvi Mora, Maurizio Dossena (Presidente), Roberto Egalini (Presidente Emerito), Gaetano Favari (coordinatore progettualità), Tommaso InzaniI (rappresentante in Confederex), Roberto Laurenzano (Vice-Presidente e rappresentante in Confederex), Amilcare Maccari, Giovanni Mangiarotti, Agostino Porcari, Roberto RasperiniI, Francesco Rossi (rappresentante in Confederex), Giuseppe Ticchi (Vice-Presidente), Emanuele Tirelli, Giovanni Vermi.
Maurizio Dossena subentra così a Roberto Egalini, che ha guidato con valore l’Associazione per trentun anni e a cui gli amici tutti rivolgono unanime gratitudine.
L’Associazione – che, al presente, è l’unica di ex-allievi lasalliani in Piacenza riconosciuta dalla Fedexal e, come tale, aderente alla Confederex – esiste ininterrottamente dal 1954 – sopravvivendo alla chiusura del Collegio nel 1972 - e, prima di Egalini, è stata guidata da Tino Concesi e Diego Braghieri.
Il programma di attività dell’Associazione prevede, innanzittutto la continuazione della pubblicazione annuale (nunero unico) della Rivista “la Nostra Fiamma”; inoltre corsi di latino, matematica, teatralità e un corso per genitori sulle “devianze” informatiche e digitali dei giovanissimi. Confermati il raduno annuale e i premi La Salle, oltre a una maggiore dinamica di rapporti ad extra.

Pubblicato il 18 gennaio 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.