Menu

Ospedale di Borgotaro, il grazie a «Insieme per vivere»

ausl

Un grande grazie all’Associazione "Insieme per Vivere" per le ultime generose donazioni all’Ospedale di Borgotaro.
E’ quello che le Direzioni dell’Azienda Usl di Parma e del Presidio ospedaliero aziendale, insieme alle Unità operative dell’Ospedale Santa Maria di Borgotaro, rivolgono alle volontarie e ai volontari dell’Associazione valtarese. Anche durante il periodo più difficile dell’emergenza sanitaria, l’Associazione non ha mai cessato di organizzare iniziative di raccolta fondi per sostenere l’ospedale di Borgotaro. Sono state coinvolte nelle iniziative decine e decine di cittadini, grazie ai quali nel 2021 è stato possibile acquistare strumentazioni ed altre apparecchiature di ultima generazione per un valore complessivo superiore ai 500mila euro. Quattro ecografi, di varie caratteristiche e qualità diagnostica, destinati al Punto di primo intervento e alle Unità operative di Ginecologia, Ortopedia e Chirurgia, cui si aggiungono altre attrezzature hi-tech per l’Endoscopia Digestiva (sistema per endoscopia), il Comparto Operatorio (integrazione colonna ICG 4k) e ancora la Chirurgia (resettore bipolare e sonda, entrambi per attività in ambito urologico): sono gli ultimissimi potenziamenti tecnologici dell’ospedale che è stato possibile realizzare grazie alla nuova grande maratona di solidarietà realizzata quest’anno da “Insieme per vivere”.

L’Associazione

Insieme per Vivere è un’Associazione di volontariato nata a Borgotaro nel 1983, con lo scopo di favorire la diagnosi precoce e sensibilizzare la popolazione sul tema del cancro. Attraverso raccolte fondi e l’organizzazione di iniziative ed eventi, l’Associazione ha acquistato negli anni attrezzature sanitarie per oltre 2,5 milioni di euro e le ha donate all’Ospedale “Santa Maria” di Borgotaro. Oltre alla donazione di apparecchiature mediche e diagnostiche all’avanguardia, Insieme per Vivere è impegnata costantemente per informare e sensibilizzare la popolazione su tematiche sanitarie, in particolare nella prevenzione e la diagnosi precoce delle neoplasie.  

Le dichiarazioni

Anna Maria Petrini - Commissaria straordinaria Ausl Parma:

"Un semplice grazie non è sufficiente per dimostrare la riconoscenza nei confronti di questa Associazione, che da decenni ci sostiene. Grazie al costante impegno e alla grande solidarietà mostrata da Insieme per vivere, i nostri professionisti non sono mai stati lasciati soli. Non sono stati soli nella  fase più drammatica dell'emergenza covid, con la donazione di migliaia di dispositivi di protezione individuale e non lo sono ora, con la donazione di attrezzature all'avanguardia per prevenire e curare le patologie "non-covid".  L’impegno dell’Associazione e dei suoi volontari, con i tanti gesti concreti di generosità offerti, sono un supporto insostituibile per consentire ai professionisti e ai Servizi della sanità valtarese di restituire ai cittadini migliaia di prestazioni sanitarie con i più alti livelli di qualità possibile."

Anna Maria Chilosi  - Presidente "Insieme per Vivere"

"Il nostro impegno per sostenere l'Ospedale di Borgotaro ed il suo territorio è iniziato nel lontano 1983 e prosegue tutt'ora con progetti sempre nuovi, nuove donazioni, nuove sfide. Le attrezzature sono certamente importanti, ma anche i professionisti che le utilizzano per la colletività lo sono: per questo motivo, come associazione siamo davvero molto orgogliosi del continuo dialogo e della progettazione condivisa con medici e infermieri. Voglio ringraziare anche tutta la popolazione, che ci ha aiutato concretamente a raggiungere questi traguardi."

Davide Riccoboni - Presidente Comitato di distretto "Valli Taro e Ceno"

"A nome dei sindaci del Distretto, ringrazio di cuore Insieme per vivere per queste donazioni. Un ennesimo gesto di solidarietà ed una concreta sinergia tra Associazione, Azienda Usl e cittadini, che consente al nostro ospedale di mantenere elevati standard qualitativi e permette ai nostri professionisti  di operare nelle migliori condizioni."

Pubblicato il 19 settembre 2021                                  

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente