Menu

palazzoGalliBisciaTop

logo new2015 ok

  • 1
  • 2
Prev Next

24 marzo, Giornata di preghiera per i missionari martiri

missioMartiri

Si celebra oggi, giovedì 24 marzo, la 24ª Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri.

La Giornata, che come ogni anno cade nel giorno dell’anniversario dell’assassinio del beato Oscar Arnulfo Romero, avvenuto il 24 marzo 1980, è promossa da Missio Giovani e ha come slogan per il 2016 “Donne e uomini di misericordia”.

“Nell’anno del Giubileo Straordinario, indetto a sorpresa dal Santo Padre, scegliere di ricordare i martiri nel segno della misericordia – riporta la presentazione della Giornata – è stato un passaggio naturale, sapendo che di ciò, in realtà, andrebbe parlato ogni anno. La Misericordia, infatti, non è un tema fra gli altri ma è il cuore di ogni riflessione. Papa Francesco fa vedere che al centro della grande rivoluzione e cambiamento c’è sempre la Misericordia, ecco perché ha subito sentito l’esigenza di indire un anno santo. La Misericordia non è un’idea o una teoria. Essa è sempre incarnata in atti e gesti verso gli uomini”.

Sul sito www.missioitalia.it nell’area download, sono disponibili materiali per la Giornata, mentre sul canale youtube “Fondazione Missio” si trovano video con testimonianze missionarie dai cinque Continenti, insieme al video di presentazione del tema della Giornata.

Secondo le informazioni raccolte dall’Agenzia Fides, nell’anno 2015 sono stati uccisi nel mondo 22 operatori pastorali.
Per il settimo anno consecutivo, il numero più elevato si registra in America. Dal 2000 al 2015 sono stati uccisi nel mondo 396 operatori pastorali, di cui 5 Vescovi.

Nel 2015 sono morti in modo violento 13 sacerdoti, 4 religiose, 5 laici.
Secondo la ripartizione continentale, in America sono stati uccisi 8 operatori pastorali (7 sacerdoti e 1 religiosa); in Africa 5 operatori pastorali (3 sacerdoti, 1 religiosa, 1 laica); in Asia 7 operatori pastorali (1 sacerdote, 2 religiose, 4 laici); in Europa 2 sacerdoti.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente