Menu

logo new2015 okabbonamenti banner 750

  • 1
  • 2
Prev Next

«Il Dio della guerra non c'è»

papa gimam

È in programma venerdì 14 giugno dalle 17,30 alle 19,30 a Palazzo Farnese di Piacenza l'incontro"Il Dio della guerra non c'è", organizzato dagli adulti scout piacentini della Comunità Masci “Mario Cavazzuti” d’intesa con la Zona provinciale Masci e con la collaborazione del Comune di Piacenza.
L'incontro intende presentare e valutare con un dibattito il documento firmato lo scorso febbraio da papa Francesco e dall’imam Ahmad al-Tayyeb sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune.

Interverranno il francescano Dino Dozzi, biblista, docente di Nuovo Testamento e di Ermeneutica biblico-francescana all’Istituto Teologico di Assisi, Yassine Baradai, segretario nazionale dell’Ucoii (Unione comunità islamiche) e direttore del Centro culturale islamico di Piacenza, e Giorgio Macellari, chirurgo senologo, dottore in Filosofia, scrittore, componente del Comitato etico della Fondazione Veronesi.
Moderatore sarà il direttore del quotidiano “Libertà” Pietro Visconti.
Attori della Filodrammatica Torricella, diretti da Elsa Castellini, parteciperanno all'analisi del documento illustrato attraverso diapositive; mentre il gruppo “Perfetta Letizia” diretto da Paolo Capelli ed il coro del Centro culturale islamico di via Caorsana proporranno momenti musicali.

L'incontro si inserisce nel perseguimento di uno degli obiettivi della filosofia della Scautismo, che è quello della fraternità senza barriere.
Il Masci con questo dibattito aperto agli interventi del pubblico, intende focalizzarsi sul testo del documento e valutare se il suo messaggio di fraternità può essere accolto e messo in pratica nella vita d’ogni giorno nella società piacentina sempre più composta da cittadini di differenti fedi religiose, da agnostici e atei.
Si cercherà anche di capire quali conseguenze pratiche potrebbero realizzarsi nella società seguendo le affermazioni di principio e gli auspici del Documento, rivolto non solo a cattolici e islamici, ma all’intera umanità, credente o no.
Si lascia ad altre iniziative - precisa un comunicato della Comunità degli adulti Scout - il confronto interreligioso e in particolare l’esame di diversità e similitudini tra le pratiche e le tradizioni religiose.

L’iniziativa ha ricevuto il plauso del vescovo mons. Gianni Ambrosio che ha assicurato la sua presenza.

Pubblicato il 5 giugno 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente