Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Festa multietnica a Fiorenzuola

fiore

L’associazione "Fiorenzuola oltre i confini" si prepara al grande evento, quest'anno alla ventesima edizione,  della “Festa Multietnica” in scena dall’11 al 16 settembre.
L’iniziativa parte mercoledì 11 nel Chiostro dell’ex asilo Lucca alle 21 con “Come foglie”, reading musicale letterale su storie di migrazione scritto e interpretato dal piacentino Alessandro Chiodaroli.
Venerdì 13, alle 21, sempre in quella location, il cortometraggio “Frontiera”, vincitore del David di Donatello 2018.
Sabato 14 in piazza Molinari, dalle 19, la cena multietnica, con il folklore dell’Appennino e del West Africa e lo street power reggae da Barcellona dei Microguagua.
Domenica 15, dalle 10, nel chiostro del teatro Lucca, saranno operativi i laboratori creativi (la danza in fascia con “Artedanza Freetime”, iscrizione consigliata al 333.7066011; alle 11 danze orientali con Noura Bellydance; alle 16 il laboratorio di gioielli africani con Ara couture; alle 17 le danze africane con l’associazione “Siraba Italia”). Alle 12.30, invece, in piazza Molinari è previsto il pranzo multietnico.
“La nostra proposta di quest’anno – spiega Simona Solvi di "Fiorenzuola oltre i confini" – è legata al tema del «nutrirsi di pace», per questo abbiamo voluto che il cibo fosse il più possibile locale e biologico”. Poi, giochi “dal mondo” per i bambini dai cinque anni in su. Alle 19, la cena multietnica. In seguito si esibirà il rapper piacentino “True Skill”, che ha collaborato con Emis Killa. Si esibirà anche “Al Raseef” insieme all’Arab brass band.
Lunedì 16 ultimo appuntamento: alle 21 al Ridotto del Teatro Verdi è in programma la preghiera per la pace.

Pubblicato il 6 settembre 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente