Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Al via la Scuola primaria «Sant’Orsola»

A pochi passi da Palazzo Farnese a Piacenza

InaugurSantOrsola 6

Nel cuore della nostra città e adiacente al campus studi più antico di Piacenza, nasce la scuola primaria Sant’Orsola.
I locali sono quelli dell’ex palazzo Enel di fronte al Farnese, messi a disposizione dalla Banca di Piacenza che ha supportato in modo decisivo la realizzazione di questa idea.

Piacenza si arricchisce così di una nuova offerta formativa legandosi però ad una importante storia pedagogica, le cui origini affondano nell’esperienza dell’Istituto Orsoline, nato nel 1649. La tradizione fatta di attenzione ed accoglienza per i bambini si fonde in questa esperienza con l’innovazione costituita da uno studio approfondito della lingua inglese e dall’esperienza con gli strumenti multimediali.

La realizzazione del progetto è stata voluta da un gruppo di genitori che si sono costituiti nella Cooperativa Santa Giustina in collaborazione con le suore dell’Istituto Orsoline, al fine di non perdere i valori della tradizione secolare dell’antica scuola.
Durante l’inaugurazione del nuovo anno scolastico sono intervenuti il presidente della cooperativa Enrico Braghieri, che gestirà la nuova realtà scolastica e che ha voluto ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per la realizzazione dell’impresa, in particolare suor Rosellina Broch madre superiore dell’Istituto Orsoline, per aver permesso e sostenuto il passaggio della scuola.

È intervenuta poi la coordinatrice didattica, professoressa Donatella Vignola, che ha sottolineato l’importanza di fornire ai ragazzi non solo un’educazione legata alla tradizione ma anche una garanzia di flessibilità e di adattamento senza eguali. “Il nostro desiderio e quello di trasmettere l’incanto per il sapere – ha detto la coordinatrice - per poter permettere ai bambini di capire le proprie vocazioni ed aspirazioni”.
In rappresentanza della Banca di Piacenza è intervenuto l’avvocato Corrado Sforza Fogliani, presidente del Comitato esecutivo dell’Istituto di credito, che ha spiegato come la missione della scuola e degli insegnanti sia quella di sviluppare il senso del vero, del buono e del bello. “Questa è una scuola che nasce per volontà dei genitori – ha sottolineato Sforza Fogliani -. La nostra banca ha acquisito i locali e li ha messi a disposizione, ma i veri protagonisti di tutto ciò sono stai i genitori degli alunni che, uniti nella Cooperativa Santa Giustina, hanno voluto garantire la continuità di una grande tradizione d’insegnamento e la libertà di pensiero per loro ed i propri figli”.
Il vescovo mons. Gianni Ambrosio ha infine benedetto la scuola: “Ho tanta gioia nel cuore per questa iniziativa e per questo entusiasmo – ha detto - è un’avventura importante che permette di far crescere nella conoscenza del bello, del buono e del giusto. Ricordiamoci che la gestione di questa scuola è privata ma rimane aperta e disponibile a tutti coloro che hanno il desiderio di suscitare nei ragazzi le domande importanti circa la loro vita”.
La scuola Sant’Orsola apre l’anno scolastico 2019/2020 con le cinque classi di scuola elementare e con un totale di settanta bambini iscritti, la didattica sarà impostata sulla maestra prevalente e saranno presenti anche laboratori pomeridiani che completeranno la didattica offerta.

Stefania Micheli

Pubblicato il 17 settembre 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente