Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

«La grazia di Dio può trasformare qualsiasi vita»

manialto

Il 4 ottobre celebriamo la festa di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia. Chi non è legato alla sua persona e alla sua storia?
Dei santi noi dobbiamo conoscere il cuore per poter cambiare anche la nostra vita e di questo santo ricordiamo le stimmate cioè i segno del calvario di Gesù sulla propria carne. Lui come Padre Pio e altri santi.
Quanta gente porta segni di sofferenza sulla pelle?
Avere le stimmate di Gesù significa che Gesù è vivente, figlio di Dio, sepolto e risorto per noi e questo irrobustisce la nostra fede perché ci ricorda una passione d’amore.


Francesco era pervaso dal fuoco dell’amore di Dio tanto che Gesù lo considerava simile a lui. Era consumato dall’amore per Dio e per gli uomini.
Abbiamo bisogno di umani che vivano questa passione d’amore. Questo cuore che bruciava per l’amore di Dio, prima era accecato da altri dei.
Si può ricevere una grazia così importante nonostante l’essere stato all’inizio un grande peccatore.
Francesco era partito male, orgoglioso, superbo; sfruttava e derideva i poveri. Questo ci insegna che la grazia di Dio può trasformare qualsiasi vita, non importa da che strada proveniamo. Il nostro cuore può diventare un luogo d’amore.
Non è vero che per noi non c’è speranza! Possiamo lasciarci cambiare dalla grazia.
Francesco ha avuto il dono di accettare l’incontro con Gesù e con i poveri, cedendo ogni resistenza.
La sua missione che è anche la nostra è diventare salvatori con Gesù, essere un piccolo segno e uno strumento di remissione per gli altri.
Questa spoliazione dei beni che spesso ci fa tanta paura è diventata per lui motivo di letizia e fonte di incontro con Cristo in quella umiliazione.
Spogliamoci dai nostri idoli, dalle presunte sicurezze e incamminiamoci verso la libertà e la gioia profonda.
Ecco il cuore di un santo. A noi interessa questo per aderire così a Gesù.

Cosa deve accadere nel mio cuore per arrivare a sperimentare una pienezza d’amore come quella di Francesco? Essere ferito nella carne dall’amore di Cristo. Questo il valore della stimmate che cambia il cuore.

Estratto dalla Lectio mattutina di madre Maria Emmanuel Corradini,
abbadessa del Monastero benedettino di San Raimondo,
del 4 ottobre 2019, dalla preghiera dei fedeli

a cura di
Gaia Leonardi


Pubblicato il 7 ottobre 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente