Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Non un amore che va meritato, ma un amore che va accolto

preg

La Parola di oggi può smuovere il nostro cuore.
Se Dio e per noi, chi sarà contro di noi?
Il peccato di Adamo ha messo in fuga l'uomo da Dio, ha nascosto Dio agli occhi degli uomini. Oggi tante cose mettono Dio in silenzio e il peccato di Adamo si perpetua anche oggi, però la presenza di Dio non è cambiata. L'uomo si nasconde, ma Dio no.
Quante volte nelle tribolazioni noi ci lamentiamo che Dio non c'è, non si fa vivo, non ci risponde!
San Paolo invece dice che proprio nelle difficoltà niente ci separerà dall'amore di Dio.

Dio ci viene a cercare proprio nel buio, nell'angoscia. L'amore di Dio è presente.
Che cosa ci può allontanare da Lui?
Il nostro rifiuto, solo questo.

Oggi siamo chiamati ad una conversione degli occhi.
Dove ci nascondiamo? Perché?
Abbiamo forse paura del suo giudizio o di scoprire qualcosa di noi che ci fa male?
Questo è il vero peccato: non credere all'amore di Dio per noi.
Come può non amarci, se non ha risparmiato nemmeno il proprio Figlio per noi?
Come non rimanere stupiti del suo amore per noi?
Qual è la tentazione più pericolosa? Quale domanda ci pone in dubbio su questa verità di benevolenza? Che cosa ci fa nascondere?

Dobbiamo richiedere la fede, affinché gli occhi del cuore possano essere illuminati e avvenga la conversione.
Mettiamoci al tabernacolo e pieghiamo le ginocchia! Iniziamo a perdonare i fratelli perché il perdono regala pace a noi stessi prima che all'altro!
Paolo ha profondamente ragione. Noi siamo vincitori grazie a Colui che ci ha amato, nonostante tutte le inezie che ci mandano in crisi e ci turbano durante il giorno per cui ci sentiamo avviliti e sconfitti.
Siamo salvati per virtù di colui che ci abita.
Grande incoraggiamento!
Siamo già vincitori perché l'amore di Dio è stato riversato nel nostro cuore attraverso l'Eucaristia.
Invece di guardare i nostri piedi, alziamo lo sguardo e ritroviamo la speranza!

Estratto dalla Lectio mattutina
di madre Maria Emmanuel Corradini,
abbadessa del Monastero benedettino di San Raimondo,
del 31 ottobre 2019, Lc 13,31-35

a cura di
Gaia Leonardi


Pubblicato il 5 novembre 2019

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente