Attenzione
  • JFolder: :files: Il percorso non è una cartella. Percorso: /home/ilnuovogr/domains/ilnuovogiornale.it/public_html/images/in_evidenza/2020/kronos6gen
Avviso
  • There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: images/in_evidenza/2020/kronos6gen
Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

Tanti partecipanti agli eventi dell'Epifania del Museo Kronos

Nella giornata di chiusura della rassegna «Natale ad Arte» e dell’evento «Ludovico Carracci a Piacenza. L’arte della Controriforma»

kmaffi01 pp

Tanti turisti e visitatori hanno affollato a Piacenza le sale del percorso del Museo Kronos, i camminamenti della salita alla cupola del Guercino e i corridoi di Palazzo vescovile nella giornata dell’Epifania per gli appuntamenti conclusivi della rassegna «Natale ad Arte» e dell’evento «Ludovico Carracci a Piacenza. L’arte della Controriforma».
Numerosi sono stati anche i partecipanti alla conversazione con visita guidata «Adorazione dei Magi. Arte e Liturgia» tenuta dallo storico dell’arte e guida Luca Maffi e i piccoli visitatori per il laboratorio didattico «Oro, incenso e mirra» che ha visto i bambini muoversi tra museo, Palazzo vescovile e cupola.

{gallery}in_evidenza/2020/kronos6gen{/gallery}


La salita alla cupola è dopo diversi anni ancora un’imprescindibile tappa per i tanti turisti che visitano la Cattedrale e la voglia di vivere quest’esperienza, fino a raggiungere i ventisette metri d’altezza del tamburo ottagonale, ha fatto registrare molti turni di “tutto esaurito” nel lungo fine-settimana dell’Epifania.

Un fuori programma in Palazzo vescovile ha sorpreso i bambini durante la loro visita-laboratorio: il vescovo mons. Gianni Ambrosio ha voluto salutare personalmente tutti i piccoli visitatori del Palazzo con un augurio di buon 2020, soffermandosi con loro in un momento di affettuoso dialogo.

Pubblicato il 7 gennaio 2020

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente