Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore
  • 1
  • 2
Prev Next

In Prefettura i rappresentanti delle principali religioni in diocesi

prefettura

In Prefettura, il Prefetto Maurizio Falco ha ricevuto, unitamente al Vice Sindaco di Piacenza, Elena Baio, i rappresentanti delle principali religioni presenti nel territorio piacentino e, precisamente, Mons. Pierluigi Dallavalle delegato vescovile per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso, Pastore Nicola Tedoldi della Chiesa evangelica metodista, Padre Kliment Mishanj della Chiesa ortodossa macedone, Yassine Baradai, Direttore del Centro della Comunità Islamica di Piacenza con l’Imam Yaseen Thabit nonché Renato Dacarro (Raghunath) con Paola Rossi (Pritha) della religione indiana Hare Krishna. Il Prem Pal Uncleyi della comunità Sikh che, pur aveva aderito all’iniziativa, per sopraggiunti problemi lavorativi non ha potuto partecipare all’incontro.
L’incontro voluto dai rappresentanti religiosi per esprimere gli auguri per il nuovo anno ai vertici delle Istituzioni piacentine ha permesso di ribadire la volontà di tutti i presenti di continuare a lavorare insieme nell’ottica di migliorare il dialogo inter-religioso e inter-istituzionale in un territorio già dove le relazioni sono assolutamente proficue e serene.
Da parte di Mons. Dallavalle e dei presenti è stato fatto riferimento ad iniziative comuni che potranno essere svolte a partire dai prossimi mesi per rilanciare, con manifestazioni ed azioni concrete, lo spirito di fratellanza che accomuna, nel territorio piacentino, le diverse comunità religiose. Il Prefetto, nel ringraziare per l’attenzione rivolta al Rappresentante del Governo sul territorio, ha confermato la piena disponibilità per le eventuali future iniziative, garantendo una partecipazione attiva della Prefettura.

Pubblicato il 13 gennaio 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente