Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore

A Cena con la Scienza: riflessioni sulla pandemia

locandia di A cena con la scienza edizione 2020

Proseguono gli incontri dell'edizione 2020 "A cena con la Scienza" , a cura di Confagricoltura.
La sovraesposizione mediatica del dibattito scientifico è stata una delle tante conseguenze indirette della pandemia da covid-19, commentano gli organizzatori. Bollettini sanitari, statistiche, infografiche e calcoli predittivi hanno saturato ogni spazio televisivo, oscurando per un certo periodo ogni altra notizia; immunologi, virologi e clinici di ogni tipo sono assurti a improvvisa celebrità, senza tuttavia soddisfare l'aspettativa di chiarezza dei cittadini comuni che dalla scienza - alla quale spesso guardano distrattamente se non con qualche pregiudizio - nel momento del bisogno pretendono certezze. Allora è forse questa l'occasione per interrogarsi su cosa sia davvero la scienza, su quali siano i criteri che conferiscono ad una ipotesi dignità scientifica, su quanto rigorose siano le verifiche a cui essa viene sottoposta affinche tale dignità le sia riconosciuta: in gioco infatti c'è assai di più del prestigio di qualche scienziato, di un istituto universitario o di una rivista specializzata!
Il tema della serata è"Dalla pandemia al pandemonio"; si inizia alle ore 19 del 25 settembre nell'agriturismo Battibue di Fiorenzuola. Interviene in qualità di relatore Enrico Bucci, Adjunct Professor alla Temple University di Philadelphia.
La relazione e la cena si terranno, anche allo scopo di rispettare l'opportuno distanziamento, nel giardino dell'agriturismo protetti da una tensiostruttura.
Per informazioni: telefono, 0523.942314; cellulare, 3355891585; e-mail,

Pubblicato il 21 settembre 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente