Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore

Preti in ritiro a Piacenza

preti ritiro piacenza

Una trentina i sacerdoti presenti al ritiro del vicariato cittadino guidato da padre Nicola Albanesi, superiore del Collegio Alberoni. L’iniziativa, coordinata dal vicario cittadino don Giuseppe Basini, è stata ospitata all’Istituto dei Padri Scalabriniani.
Padre Albanesi ha messo in luce alcuni tratti della vita del sacerdote chiamato, in forma del suo sì a Dio, a uno “spossessamento”, a divenire appartenente a un Altro, cioè a Cristo che ha dato la sua vita per noi.
L’attività pastorale di un sacerdote – ha detto il relatore – è un “dare” continuo, un “essere mangiati” dalle persone. Un sacerdote non si risparmia ma per fare questo – ha sottolineato – ha bisogno di entusiasmo, come quando ha risposto sì al Signore per la prima volta, e di un amore senza limiti, amore che si riceve gratuitamente nel coltivare il rapporto col Signore nella preghiera e nell’eucaristia.
Un giorno – ha puntualizzato padre Albanesi –, noi che al momento dell’ordinazione ci siamo prostrati a terra, dovremo andare “sottoterra”, cioè moriremo. Questo è il destino di ogni uomo, ma sapendo bene che, come dice il Vangelo, il seme caduto in terra, se non muore, rimane solo, se invece muore, procede molto frutto. Si può morire senza prospettive oppure annunciando la risurrezione.

Pubblicato il 15 ottobre 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente