Menu
logo new2015 ok logo appStore logo googleStore

«Violenza e pandemia», confronto contro la violenza alle donne

 violenza e pandemia

 

Il 25 novembre di ogni anno si celebra la Giornata Internazionale contro la violenza alle donne, designata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite attraverso la risoluzione numero 54/134 del 17 dicembre 1999 che ha invitato i governi, le organizzazioni internazionali e le ONG a organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica. Quest’anno, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza alle donne, il Tavolo provinciale di confronto contro la violenza alle donne – che è operativo dal novembre 2011 - ha organizzato un evento di sensibilizzazione, in via telematica, legato alla pandemia: durante i periodi di emergenza è stato rilevato come la violenza contro le donne tenda ad aumentare. Nonostante i dati a cui attingere siano ancora scarsi, è già stato rilevato un forte aumento dei casi di violenza di genere dall’inizio dell’epidemia.

Il 23 tavolo provinciale online
Lunedì 23 novembre 2020 alle ore 11, attraverso la piattaforma Lifesize, le massime autorità piacentine daranno il loro contributo, in un confronto – moderato dalla giornalista Elisa Malacalza - aperto agli organi di informazione locale e ai componenti del Tavolo provinciale che verrà registrato e reso disponibile sul sito istituzionale della Provincia a partire da mercoledì 25 novembre 2020, Giornata internazionale contro la violenza alle donne.  Interverranno il Prefetto Daniela Lupo, Patrizia Barbieri, Sindaco e Presidente della Provincia di Piacenza, Grazia Pradella, Procuratore capo della Procura della Repubblica di Piacenza, Maria Pia Romita, dirigente della divisione anticrimine della Questura di Piacenza, Alfredo Beveroni in rappresentanza dei Carabinieri di Piacenza e Donatella Scardi del Centro Antiviolenza. Le conclusioni saranno affidate a Valentina Stragliati, Presidente del Tavolo Provinciale di confronto contro la violenza alle donne.

Pubblicato il 18 novembre 2020

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente