Menu

Il tempo dei martiri

Ne parla il 22 maggio il giornalista Luis Badilla Morales

badilla

“Papa Francesco afferma che ormai da diversi anni stiamo vivendo tempi di grave persecuzione religiosa, superando addirittura i primi secoli in cui stava affermandosi il cristianesimo”. Luis Badilla Morales è un giornalista e scrittore cileno, direttore del sito “Il Sismografo”, un blog che analizza e studia le tendenze sulla Rete nei confronti della Chiesa, in tutti i Paesi del mondo. Come giornalista di Radio Vaticana ha seguito quattro Papi. Nella serata del 22 maggio alla Sala dei Teatini (ore 21) tratteggerà il martirio che la Chiesa vive nel nostro tempo.
“Questo tema, ormai divenuto purtroppo tanto attuale, fa parte di una preoccupazione fondamentale di papa Francesco – spiega Badilla Morales -; infatti normalmente dedica tra i quattro e i cinque interventi di questo tipo nell’arco di un anno. Sottolinea spesso che chi utilizza il nome di Dio per esercitare violenza o chi odia nel nome di Dio compie un atto di blasfemia nei confronti della dignità della persona umana e di Dio stesso”. Ma il fenomeno della persecuzione a motivo della fede non colpisce soltanto i cristiani. “Un esempio ci è dato dall’Isis, che controllava i territori asiatici e ha ucciso tantissimi musulmani, e certo, anche tanti cristiani. Un ulteriore esempio lo abbiamo dai tanti buddisti uccisi in Cina dal regime”.

Pubblicato il 21 maggio 2018.

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.