Menu

Gli adolescenti e il sesso

fdf negri

“Il mio corpo vale una ricarica del cellullare? Gli adolescenti e il sesso” ne parla Pietro Negri domenica 16 settembre alle ore 10 nel Salone dei Depositanti di Palazzo Galli della Banca di Piacenza (Piacenza, via Mazzini 14).

Negri, insegnante di italiano e latino al liceo statale “Galilei” di Legnano, dal 2017 è coordinatore per la Lombardia dei tutors di Teen STAR, percorso di educazione alla affettività e sessualità per adolescenti, di cui è anche membro del Direttivo nazionale.
L’incontro rientra negli appuntamenti della Grande Festa della Famiglia.

“Poco tempo fa - spiega Negri - ho letto un articolo che raccontava come, nella zona di Napoli, ragazze minorenni riescano a vendersi mettendosi in contatto con i clienti in chat, spesso per pochi euro, abbastanza per poter ricaricare il telefono, appunto. Si mette in commercio il proprio corpo quasi come se fosse un gioco”.
“Molti non sanno che cosa sia un amore solido e di lunga durata - afferma nell’intervista pubblicata sullo Speciale Grande Festa della Famiglia -, o addirittura non credono che sia reale, pensano sia una fantasia a livello della favola del principe azzurro. Questo porta a una mancanza di serietà e responsabilità nei rapporti. Anche la sessualità è vista in modo molto leggero. Però è anche vero che gli adolescenti oggi sono meno condizionati da pregiudizi e ideologie e più disposti ad aprirsi e raccontarsi agli altri. Hanno molte domande e molti mezzi per dare risposte, con la Rete; il problema è che spesso non sanno filtrarle”.

Il percorso Teen STAR, spiega Negri, “è un percorso di educazione ad affettività e sessualità, a cui i ragazzi possono partecipare, nelle scuole che aderiscono, in un periodo che va da ottobre a maggio. Non vuole essere un manuale di istruzioni sull’argomento, ma partire dalle domande dei ragazzi e dal rapporto personale tra di loro e con i tutor che li accompagnano. Sull’affetto e la sessualità non possono esserci regole calate dall’alto, ma solo un confronto vivo da persona a persona”.

Pubblicato il 13 settembre 2018

Ascolta l'audio

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.