Menu

La Giornata mondiale del malato

schianchi

“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Matteo 10, 8): è il titolo scelto da papa Francesco per il messaggio in occasione della XXVII Giornata Mondiale del malato, che si celebra in modo solenne a Calcutta, in India, l’11 febbraio. Il Papa nel suo messaggio sottolinea la forza dell’amore gratuito e invita a guardare a Madre Teresa.
Nello "Speciale" del Settimanale diocesano, diverse testimonianze; tra queste quella di Rossella Schianchi responsabile del Centro Salute Donna dell’Azienda Usl di Piacenza.
“Sono medico grazie a mio fratello Maurizio. Avevo sei anni quando è nato, con la sindrome di Down e gravi problemi cardiaci ed ormonali. Non è stato facile. Vedevo mia madre dare la vita per lui: erano due corpi e un’anima sola. Spesso piangeva, però non aveva smesso di pregare. Mi diceva sempre: «Se il Signore ci sta vicino, vedrai che ce la faremo». Con il tempo ho capito che Maurizio è il mio dono d’amore”.
La scuola della sofferenza non ha spaventato Rosella Schianchi: "L'essere medico è una chiamata, anche la nostra è una vita consacrata, se non la viviamo spendendoci per gli altri, che senso ha?”.

Pubblicato il 7 febbraio 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente