Menu

Il Touring arriva a Piacenza con «Aperti per voi»

touring

Il Touring Club Italiano arriva a Piacenza e inaugura il primo luogo "Aperti per voi" della città: la chiesa di Santa Maria in Cortina, una delle chiese più antiche della diocesi.
A partire da sabato 26 ottobre i volontari del Touring accoglieranno i visitatori ogni sabato dalle ore 16 alle ore 19.
L'iniziativa è stata presentata nel corso della conferenza stampa svoltasi il 25 ottobre nel Salone degli Affreschi del Palazzo vescovile alla presenza del vescovo mons. Gianni Ambrosio, del presidente del Touring Franco Iseppi, dell'architetto Manuel Ferrari, direttore dell'Ufficio Beni culturali della diocesi piacentina-bobbiese e di don Giuseppe Basini parroco della basilica di Sant'Antonino.
L'apertura della chiesa di Santa Maria in Cortina, primo luogo "Aperti per Voi" della città e ottavo sito in Emilia Romagna, è frutto della collaborazione con la diocesi ed è il risultato dell'ultradecennale esperienza dell'iniziativa "Aperti per voi" che, grazie all'impegno del volontari del Touring Club Italiano, consente di accogliere i visitatori in siti d'arte e di cultura altrimenti inaccessibili al pubblico o aperti con forti limitazioni d'orario.
La collaorazione con il Touring è un risultato molto importante, ha sottolineato Manuel Ferrari. La nostra chiesa piacentina-bobbiese è da sempre impegnata nella produzione e salvaguardia di un patrimonio culturale di immenso valore e per portare avanti questo impegno occorrono sempre di più forti legami con le istituzioni e le associazioni che a vario titolo collaborano sul territorio per la salvaguardia del nostro patrimonio artistico. Questa collaborazione con il Touring rappresenta quanto di più prezioso il volontariato sa esprimere in Italia, grazie a persone appassionate che scelgono di dare il loro contributo per una nobile missione. Parole sottolineate anche dal vescovo Ambrosio che ha ribadito: "grazie ai volontari si possono valorizzare le bellezze artistiche anche dei centri più piccoli che ci fanno vivere un turismo diverso da quello cosiddetto di massa".
Come Touring, ha detto il presidente Iseppi, siamo convinti che in Italia ci sia una sensibilità crescente e diffusa verso il prendersi cura del nsotro Paese come bene comune, attraverso l'impegno dei cittadini e delle associazioni affinchè l'immensa eredità culturale di cui possiamo disporre possa essere resa fruibile non solo da un maggior numero di persone oggi, ma soprattutto dalle generazioni future.

(foto Del Papa)

Pubblicato il 25 ottobre 2019

Ascolta l'audio   

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

"Il Nuovo Giornale" percepisce i contributi pubblici all’editoria.
"Il Nuovo Giornale", tramite la Fisc (Federazione Italiana Settimanali Cattolici), ha aderito allo IAP (Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria) accettando il Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale.

Amministrazione trasparente